[gtranslate] ATTENTATO IN SRI LANKA, 8 LE ESPLOSIONI SIMULTANEE - WHAT-U

Sono almeno 8 le esplosioni simultanee che stamattina, giorno di Pasqua, hanno colpito lo Sri Lanka. Primo obiettivo, ma solo per una manciata di secondi, Colombo, la capitale, dove le esplosioni sono avvenute nella chiesa di St Anthony’s Shrine e in contemporanea in tre hotel a 5 stelle, Kingsbury Hotel, Shangri-La Hotel e Cinnamon Grand Hotel. Altri attentati, immediatamente dopo, hanno interessato due chiese la Zion Church a Batticaloa e la St. Sebastian’s Church a Negombo.

Alle 17 ora odierna in Italia, il numero dei feriti, finora battuti dalle agenzie di tutto il mondo, ha superato i 160. Mentre il numero delle vittime ha oltrepassato quota 200.
La polizia in questi minuti continua ad aggiornare il numero dei morti e dei feriti ripartito per i vari ospedali del Paese.
Nel National Hospital risultano 66 morti e circa 260 feriti, nel Negombo Hospital i morti sono 104 ed i feriti circa 100, nel Kalubowila Hospital si contano due morti e sei feriti, nel Batti Hospital 28 morti e 51 feriti e nel Ragama Hospital sette morti e 32 feriti.


Il ministro della Difesa Ruwan Wijewardene ha detto che tutti i responsabili degli attacchi “sono stati identificati” e verranno arrestati “il prima possibile”.
Wijewardene ha parlato di atti di “terrorismo” compiuti da estremisti religiosi.
Secondo la polizia le esplosioni sono avvenute in un quartiere a nord della capitale Colombo e nella città di Negombo, alle porte della capitale.

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha detto di avere appreso la notizia degli attentati in Sri Lanka “con orrore e tristezza”, e simili reazioni sono state espresse da altri leader europei.
Il Presidente della Repubblica federale tedesca Frank-Walter Steinmeier in un messaggio inviato al presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena, “stordito e inorridito” dai “vili attacchi terroristici”.
Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha scritto su twitter di essere “profondamente scosso e preoccupato” per “gli odiosi attacchi terroristici”.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY