it Italian
ar Arabicbg Bulgarianca Catalanzh-CN Chinese (Simplified)cs Czechda Danishen Englishtl Filipinofi Finnishfr Frenchde Germanhaw Hawaiianhi Hindiit Italianja Japaneseko Koreanpt Portugueseru Russiansk Slovaksl Slovenianes Spanishta Tamilth Thai
DOPO L'APPROVAZIONE SULLE LEGGI CONTRO L'ABORTO PROBABILE CAMBIO DI SET PER "THE WALKING DEAD" - WHAT-U

DOPO L'APPROVAZIONE SULLE LEGGI CONTRO L'ABORTO PROBABILE CAMBIO DI SET PER "THE WALKING DEAD"
Da sinistra, Norman Reedus, Andrew Lincoln e Jeffrey Dean Morgan alla Première della stagione 9 di”The Walking Dead” a Los Angeles (2018). Il successo di “The Walking Dead” ha attirato flussi costanti di turisti verso le città della Georgia, dove è stato girato il sequel. Una dichiarazione di AMC Networks definisce la legislazione sull’aborto “altamente restrittiva” e afferma che seguirà da vicino quella che potrebbe essere “una lunga e complicata battaglia” sulla legge. (Foto di Willy Sanjuan / Invision / AP, File)

di Maria Sole

La legge sull’aborto che dovrebbe entrare in vigore Georgia il prossimo ha sollevato un polverone anche nel mondo del cinema. Pare infatti che “The Walking Dead”, che ha portato flussi di turisti nelle città della Georgia dove è stato girato cambierà set. Le minacce di Hollywood di evitare la Georgia potrebbero paralizzare la sua industria cinematografica in forte espansione e le ramificazioni potrebbero diffondersi in altri stati del Sud, osservano gli osservatori. “Ci sono un certo numero di stati che stanno approvando leggi che Hollywood troverà intollerabili, offensive e quindi renderebbero impossibile per loro lavorare in quegli stati”, ha detto Tom Nunan, un regista e docente alla UCLA School of Theatre, Film and Television ad AP.

In questa foto dell’8 luglio 2014, attori e comparse lavorano durante le riprese di “The Walking Dead” ad Atlanta. Il successo di “The Walking Dead” ha attirato flussi costanti di turisti verso le città della Georgia dove è stato girato. Una dichiarazione di AMC Networks definisce la legislazione sull’aborto “altamente restrittiva” e afferma che seguirà da vicino quella che potrebbe essere “una lunga e complicata battaglia” sulla legge. Il divieto della Georgia di praticare ogni tipo di aborto entrerà in vigore il prossimo anno se non sarà bloccato nei tribunali. (AP Photo / Mike Stewart)

In Alabama i legislatori hanno approvato una legislazione che ha messo fuori legge quasi tutti gli aborti trasformando l’aborto in un crimine punibile fino a 99 anni di prigione per chi lo chiede e per chi lo pratica a meno che non venga effettuato per non mettere seriamente a rischio la salute della madre.

Un lungo elenco di programmi TV e film sono stati girati in Alabama negli ultimi anni. Includono il film del 2014 “Selma” che ha raccontato i punti cardine del movimento per i diritti civili negli Stati Uniti. Altri film girati nello stato includono “Get Out” e “Big Fish”. Ma Hollywood non ci sta e anche lo stato dell’Alabama potrebbe essere bannato dall’industria del cinema.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!