QUANTO COSTA LA VIOLENZA NELL'EU (E COME DISTINGUERLA DALLA GELOSIA ECCESSIVA) - WHAT-U

di Paola Missoni

La violenza di genere è un fenomeno profondamente radicato nella disuguaglianza di genere e continua ad essere una delle più importanti violazioni dei diritti umani all’interno di tutte le società. La violenza di genere è la violenza diretta contro una persona a causa del suo genere. Sia le donne sia gli uomini fanno esperienza di violenza di genere, ma la maggior parte delle vittime sono donne e ragazze. La violenza di genere e la violenza contro le donne sono termini spesso usati in modo intercambiabile poiché è stato ampiamente riconosciuto che la maggior parte della violenza di genere è inflitta a donne e ragazze, da uomini. Tuttavia, l’uso dell’aspetto “di genere” è importante in quanto mette in luce il fatto che molte forme di violenza contro le donne sono radicate nelle disuguaglianze di potere tra donne e uomini lo dice un recente studio dell’Eige, che all’argomento ha dedicato molti approfondimenti ( N.d.R.: uno molto ampio nel 2015). La Convenzione di Istanbul (Consiglio d’Europa, Convenzione sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e violenza domestica), come parametro di riferimento per la legislazione internazionale sulla violenza di genere, inquadra la violenza di genere e la violenza contro le donne come atto di genere che è ” una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione nei confronti delle donne “. Nell’ambito della Convenzione di Istanbul si evidenziano atti di violenza di genere che si traducono in “danni fisici, sessuali, psicologici o economici o sofferenze alle donne, comprese minacce di tali atti, privazione coercitiva o arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che privata .

MAI SCAMBIARE LA GELOSIA ECCESSIVA, LA VIOLENZA PER ECCESSO DI AMORE

Sembra assurdo pensarlo, (N.d.R.: e si fa ancora più fatica a scriverlo) eppure da un recente ricerca dell’Unione Europea sulla violenza sulle donne è emerso che molte delle intervistate spesso ha scambiato la gelosia eccessiva del partner e anche la violenza come un eccesso di amore nei loro confronti. Ma quando iniziano le urla, le strette troppo forti, gli spintoni, e ancora peggio le botte ( N.d.R.: anche un solo schiaffone è un brutto segnale) bisogna accendere il semaforo rosso. In pratica e per assurdo in queste situazioni è come se la vittima non si sentisse tale, ma vestisse i panni da super eroe pensando di avere l’obbligo di giustificare qualsivoglia aggressività, brutalità, durezza, prepotenza, maltrattamento, coercizione, sopruso e angheria per “debolezza del partner”. “Lui è più debole di me e poiché teme di perdermi perché è insicuro e non si sente all’altezza della situazione, o del suo ruolo, ( N.d.R.: per esempio, perché ha avuto un passato triste e doloroso), e quindi manifesta il suo disagio diventando coercitivo ( N.d.R.: per esempio, imponendo alla vittima di limitare le sue relazioni sociali con gli amici che precedentemente aveva sempre frequentato per apparente gelosia) oppure violento. Mai farlo, mai. Amare una persona significa farla stare bene, ( N.d.R.: anche quando le risorse economiche non sono da Paperon de Paperoni) avere fiducia in lei, condividere passione e interessi e per questo motivo nessuna delle motivazioni sopra descritte potrebbero essere scambiate come gesti di amore e quindi giustificabili.

Stima dei costi della violenza di genere nell’Unione europea

  • La violenza di genere e di partner intimo comporta costi elevati per l’economia e la società. È probabile che un aumento dell’attuale piccola spesa per la prevenzione e la mitigazione dei danni, aumentando la spesa per servizi specializzati, porterebbe a una diminuzione della portata e dell’impatto della violenza.
  • I risultati di questo caso studio del Regno Unito sono che il costo di: violenza domestica contro le donne è più di 13,5 miliardi di euro; della violenza da parte dei partner intimi contro donne e uomini è più di 15 miliardi; il costo della violenza di genere contro le donne quasi 28,5 miliardi; e il costo della violenza di genere contro donne e uomini supera i 32,5 miliardi di euro.
  • Proporzionato rispetto alle dimensioni della popolazione in quel paese rispetto al Regno Unito, questo porta a costi di violenza di genere contro le donne nell’UE di quasi 226 miliardi di euro. Ciò rappresenta l’87% del costo totale della violenza di genere nell’UE, che è stato stimato essere vicino a 256 miliardi di euro.
  • La spesa per servizi specializzati, che sono immensamente vantaggiosi per le donne, per mitigare i danni e prevenire la ripetizione della violenza è il 3% del costo della violenza da parte dei partner intimi contro le donne.
  • La perdita per l’economia, a causa della perdita di produzione a seguito di infortuni, è del 12% circa. I servizi, in particolare la giustizia penale, costituiscono circa il 30% del costo della violenza. Poco meno della metà del costo è il risultato della stima pubblica del valore attribuito all’impatto fisico ed emotivo provocato dalla violenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!