[gtranslate] DIETRO LE QUINTE DI "MAKING THE CUT", LO SHOW TALENT ALLA RICERCA DI GENI NEL CAMPO DELLA MODA - WHAT-U

In questa foto fornita da Amazon Studios / Amazon Prime Video, ci sono da sinistra, Tim Gunn, Chiara Ferragni e Heidi Klum. Il capo degli Amazon Studios, Jennifer Salke che ha presentato il programma ieri alla stampa, ha descritto “Making the Cut” come un’occasione imperdibile per chi desidera avere successo nel campo della moda e far notare il suo talento.
(Keith Tsuji / Amazon Studios / Amazon Prime Video tramite AP)

Si chiama”Making the Cut” la serie televisiva americana creata e presentata da Heidi Klum e Tim Gunn, che andrà in onda in anteprima nel 2020 su Prime Video. Chiara Ferragni i giorni scorsi ha ufficialmente annunciato ai suoi follower di Instagram la sua presenza nel reality della moda in qualità di giudice. Condotto da Heidi Klum e Tim Gunn, lo show talent prevede una sfida tra 12 designer di tutto il mondo che si confronteranno per vincere un premio in denaro e lanciare il loro marchio a livello internazionale. Le registrazioni del programma si stanno svolgendo in diverse città, da Parigi a Tokyo. La finale, invece, sarà a New York. Dopo aver partecipato ad un episodio di Project Runway USA nel 2014, condotto sempre da Heidi Klum e Tim Gunn, la Ferragni lo scorso febbraio è volata a Los Angeles per incontrare i produttori del nuovo show che l’hanno scelta dopo diversi colloqui e incontri. Al suo fianco ci saranno la top model Naomi Campbell, la designer Nicole Richie, l’ex redattore di Vogue Paris Carine Roitfeld, il vincitore del CFDA e il direttore creativo di Altuzarra Joseph Altuzarra.

Il capo degli Amazon Studios, Jennifer Salke, ieri ha detto: “Questo programma offrirà l’opportunità a tante persone di mostrare il loro talento nel campo della moda e attirerà l’interesse e la curiosità di potenziali investitori”. Insomma sarà una sorta di America’s Got Talent per aspiranti stilisti. La moda vista su “Making the Cut” sarà disponibile per l’acquisto su Amazon. Salke ha detto che la serie avrà un aspetto internazionale, perché è stata girata a Tokyo, New York e Parigi, con una passerella messa in scena davanti alla Torre Eiffel. In palio per il vincitore 1 milione di dollari da investire nel marchio, quindi nella nuova attività.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY