•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri il Brasile ha registrato 21.116 morti per Coronavirus costringendo il governo a fare scavare centinaia di fosse comuni e nel contempo sono saliti anche i contagi che hanno oltrepassato quota 330.000, facendo guadagnare al paese il triste record di terzo paese più colpito al mondo e il più colpito del Sud America.

Nella foto: il Brasile ha superato la Russia come numero due al mondo per il coronavirus la scorsa notte quando ha registrato oltre 330.890 infezioni.  File di trame aperte al cimitero di Vila Formosa a San Paolo

Il cimitero di Vila Formosa a San Paolo

Le fosse comuni sono state fotografate nei cimiteri di tutto il Brasile per ospitare alcune delle vittime del paese.  Nella foto: tombe scavate di recente sono rimaste vuote nel cimitero di Vila Formosa

Il direttore delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità Mike Ryan nel corso di una conferenza stampa virtuale ha dichiarato che il Sud America è il nuovo “epicentro” del Covid-19.  E ha dichiarato: “Il più colpito è il Brasile”. Il presidente Jair Bolsonaro è stato ampiamente criticato per la sua gestione dell’epidemia ed è al centro di una crisi politica sempre più profonda. Il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro è stato ampiamente criticato per la sua gestione dell’epidemia ed è al centro di una crisi politica sempre più profonda. Dall’inizio dell’epidemia, Bolsonaro ha perso due ministri della salute, dopo aver fatto pressioni per promuovere l’uso precoce di farmaci antimalarici come la clorochina e l’idrossiclorochina. Diversi esperti di sanità pubblica di alto profilo sono anche partiti. Molti sono stati sostituiti da soldati. Tra l’altro il vero numero di casi e decessi è probabilmente superiore a quanto suggeriscono le cifre, dato che la massima economia dell’America Latina è stata lenta a accelerare i test. Mercoledì scorso, scrive il Daily Mail, il ministro ad interim della sanità Eduardo Pazuello, un generale dell’esercito in servizio attivo, ha autorizzato nuove linee guida per l’uso più ampio di clorochina e idrossiclorochina in casi lievi. L’OMS ha affermato che né l’idrossiclorochina né la clorochina si sono dimostrate efficaci nel trattamento del COVID-19 o nella profilassi contro la malattia. E anche Mike Ryan ha dichiarato: “Le evidenze cliniche, non supportano l’uso diffuso di idrossiclorochina per il trattamento di COVID-19 ora dobbiamo attendere il completamento degli studi per avere risultati chiari “.  (P.B)


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!