•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Durante il lockdown uno dei settori che ha lavorato senza sosta è stato quello dell’approvvigionamento alimentare, che ha avuto un ruolo cruciale per garantire le esigenze essenziali delle famiglie, mantenendo pieni gli scaffali dei supermercati durante il lockdown causato dal Coronavirus. Ma quante sono le persone che lavorano in questo settore? Grazie ai dati forniti da Eurostat, What-u è riuscito a fare un quadro ben dettagliato di questo comparto. Ecco alcuni dati. Nel 2019, le persone impiegate nel settore dell’approvvigionamento alimentare nell’Unione europea (UE) erano 15,9 milioni, pari all’8% dell’occupazione totale. Quasi la metà delle persone impiegate nel settore dell’approvvigionamento alimentare ha lavorato nella produzione di colture e animali, nella caccia e nelle attività di servizi connessi (46%). Nel frattempo, i lavori nella produzione di prodotti alimentari hanno rappresentato il 26% dell’occupazione in questo settore, seguiti da quelli nel commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in negozi specializzati (15%), commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e tabacco (8% ), produzione di bevande (3%), commercio all’ingrosso di materie prime agricole e animali vivi (2%) e pesca e acquacoltura (1%). 

La maggior parte degli addetti alla fornitura di cibo erano uomini (59%) sebbene la distribuzione di genere variasse a seconda delle attività: la pesca e l’acquacoltura hanno registrato l’88% degli uomini mentre la vendita al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco il 63% delle donne. Per quanto riguarda la distribuzione per fasce di età, oltre un terzo (38%) delle persone occupate nel settore dell’approvvigionamento alimentare nell’UE aveva un’età compresa tra 35 e 49 anni, mentre le persone di età pari o superiore a 50 anni rappresentavano il 34% e quelle di età compresa tra 15 e 34 anni 28%.

Tra gli Stati membri dell’UE, il paese che ha registrato la più alta percentuale di lavoratori delle forniture alimentari (23%) è stata la Romania, seguita dalla Grecia (18%) e dalla Polonia (14%). Al contrario, le quote più basse sono state registrate in Lussemburgo e Svezia (entrambe al 3%), seguite dalla Danimarca (4%). La Germania è l’unico Stato membro dell’UE in cui le donne sono predominanti nell’approvvigionamento alimentare (52% delle donne e 48% degli uomini) mentre l’Irlanda ha registrato la più alta percentuale di uomini (78%), seguita da Malta (72%) e Lussemburgo (69 %). Inoltre, solo cinque Stati membri dell’UE (Cipro, Danimarca, Malta, Paesi Bassi e Svezia) avevano i loro lavoratori di età compresa tra 15 e 34 anni che dominavano il settore dell’approvvigionamento alimentare. In effetti, nella maggioranza (16 su 27) degli Stati membri dell’UE, le quote più elevate di lavoratori delle forniture alimentari erano nella fascia di età 35-49 anni, con le quote più elevate riportate in Bulgaria, Repubblica Ceca, Spagna e Ungheria (tutte il 43% ), mentre in sei Stati membri dell’UE (Germania, Finlandia, Lituania, Lettonia, Portogallo e Slovenia), le persone di età pari o superiore a 50 anni rappresentavano la percentuale più elevata di lavoratori di approvvigionamento alimentare.

Riflettori puntati sui lavoratori delle forniture alimentari nelle regioni dell’UE

Ad eccezione della regione spagnola di Murcia (24%), le quote più elevate di lavoratori di approvvigionamento alimentare sono state generalmente registrate nelle regioni di Grecia, Polonia e Romania:

  • dieci regioni greche: Grecia occidentale (34%), Peloponneso (31%), Macedonia orientale, Tracia (28%), Grecia continentale (27%), Tessaglia (26%), Macedonia occidentale (23%), Egeo settentrionale (23 %), Creta (23%), Macedonia centrale (22%) ed Epiro (21%);
  • quattro regioni polacche: Podlaskie (26%), Lubelskie (26%), Mazowieckie-Regional (24%) e Świętokrzyskie (22%); e
  • quattro regioni rumene: nord-est (44%), sud-ovest di Oltenia (34%), sud-est (24%) e sud-Muntenia (23%).

Nota: le persone impiegate in bar e ristoranti non sono incluse nel settore dell’approvvigionamento alimentare.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!