[gtranslate] QUANTI STUDENTI IN EUROPA SONO STATI COINVOLTI NELL'EMERGENZA CAUSATA DAL CORONAVIRUS? - WHAT-U

In tutta l’ Unione europea (UE) , la pandemia COVID-19 ha costretto a chiudere urgentemente le scuole per rallentare la diffusione del virus. Le lezioni sono state spostate dalle aule a varie soluzioni di apprendimento a casa basate su e-mail, portali didattici e videoconferenze, anche se la situazione sta tornando alla normalità in molti paesi. Quanti alunni e studenti dell’istruzione primaria e secondaria nell’UE sono stati colpiti da questa situazione? I dati ufficiali disponibili più recenti risalgono al 2018, quando nell’educazione della prima infanzia c’erano 15,7 milioni di bambini. Nell’istruzione primaria, che di solito inizia dai 5 ai 7 anni e dura circa sei anni, sono stati arruolati 24,5 milioni di alunni. L’istruzione secondaria è divisa in livello inferiore e superiore. Nel 2018, 18,3 milioni di studenti sono stati iscritti all’istruzione secondaria inferiore, con gli studenti che in genere entrano quando hanno dai 10 ai 13 anni, in genere finiscono nove anni dopo l’inizio dell’istruzione primaria quando gli studenti hanno un’età di 15-16 anni. Infine, nel 2018 c’erano 17,7 milioni di studenti nell’istruzione secondaria superiore, che coprivano sia studi generali che studi professionali. La scuola secondaria superiore termina in genere 12-13 anni dopo che gli studenti hanno iniziato la scuola elementare. Complessivamente, c’erano circa 76,2 milioni di alunni e studenti iscritti nelle scuole e nelle scuole materne nell’UE a tutti questi livelli di istruzione; tuttavia, la somma esatta senza arrotondamento era più vicina a 76,1 milioni.

La professionalità, la dedizione e l’inventiva degli insegnanti e del personale accademico sono fondamentali per il successo della formazione dei nostri figli durante questo periodo eccezionale

Le statistiche sull’educazione amministrativa forniscono anche informazioni su quanti studenti ogni insegnante è responsabile – in media – a ciascuno di questi livelli di istruzione. Per i bambini in età prescolare, nel 2018 c’era in media un educatore per 10,9 bambini. Per la scuola elementare, le classi erano leggermente più grandi, con in media 13,6 alunni per insegnante. A livello secondario, gli insegnanti sono generalmente specializzati e insegnano materie specifiche a diverse classi. In media nell’UE, c’erano 2018 studenti per insegnante al livello secondario inferiore e 11,3 al livello secondario superiore nel 2018.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY