ARRIVANO I FONDI COMUNITARI PER IL TURISMO


Nella foro Positano

La Commissione Europea ha pubblicato una Guida online sui fondi comunitari per il turismo, mettendo in evidenza i programmi di finanziamento dedicati al settore turistico previsti nell’ambito del quadro finanziario 2021-2027 e del piano di finanziamento per la ripresa economica degli Stati europei Next Generation EU.

La Guida costituisce uno strumento di “orientamento” nel panorama dei “sostegni economici” con cui la Commissione intende supportare il passaggio verso un’Unione Europea più digitale, sostenibile e inclusiva. In questa fase di passaggio e di rinascita, il turismo e il suo comparto rappresentano elementi strategici di sviluppo.

Ecco i principali programmi:

Europa Creativa: per il sostegno ai settori culturale e delle arti creative;

Europa Digitale: per l’innovazione e la trasformazione digitale;

Erasmus+: per la formazione accademica e professionale;

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: per investimenti in connettività, infrastrutture fisiche e tecnologiche e servizi nelle aree rurali;

Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura (EMFAF): per la tutela della biodiversità acquatica, pesca e acquacoltura a basso impatto;

Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e Fondo di coesione: per rafforzare la sostenibilità ambientale, socioeconomica e la resilienza del turismo a lungo termine nelle Regioni;

Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+): per favorire una società più equa e inclusiva, nuovi posti di lavoro e l’effettiva attuazione dei diritti sociali;

Orizzonte Europa: per stimolare la ricerca e l’innovazione nell’ambito del programma quadro 2021-2027;

InvestEU: per favorire competitività e sostenibilità;

Fondo per una transizione giusta (JTF) per aiutare la transizione verso un’economia “verde”;

Programma LIFE: per finanziare progetti di economia circolare a basso impatto ambientale;

REACT-EU: per sostenere la ripresa economica post-pandemia da COVID-19, nell’ambito del Next Generation EU;

Programma per il mercato unico (SMP): nell’ambito del Next Generation EU, per migliorare la competitività delle imprese e sostenere l’accesso al mercato unico;

Sostegno della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS): per programmi di finanziamento, di cui tre nel settore turistico.

La guida online oltre a mettere in evidenza l’ampia gamma di programmi di finanziamento finanziati dal nuovo bilancio, dal quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e da Next Generation EU, ha l’obiettivo di trovare finanziamenti adeguati. Contiene collegamenti a siti Web pertinenti dei programmi dell’UE con gli ultimi sviluppi (come programmi di lavoro annuali o inviti a presentare proposte) e ulteriori dettagli per programma. Per trarre ispirazione, puoi anche vedere esempi concreti di progetti finanziati da precedenti programmi dell’UE.

Come usare questa guida?

Questa guida si concentra su questioni pratiche relative ai più importanti programmi di finanziamento dell’UE per il settore turistico. Scopri la tua idoneità, quali attività sono ammissibili, i diversi tipi di finanziamento e dove fare domanda e quando. Per brevità, la guida copre solo ciò che è essenziale per trovare il programma pertinente.

Fase 1: identificare i programmi e gli strumenti finanziari pertinenti

Trova i programmi più rilevanti attraverso le tre domande della guida online.

  • Sull’ammissibilità: chi può candidarsi?
  • Sul tema del programma: Quali azioni possono ricevere finanziamenti?
  • Sul tipo di supporto: che tipo di finanziamento è disponibile?

Dichiarazione di non responsabilità : per molti programmi è già stato raggiunto un accordo politico sulle proposte della Commissione per il 2021-2027 ma diversi programmi dell’UE presentati sono in attesa di approvazione formale da parte del Parlamento europeo e del Consiglio. Pertanto, le informazioni contenute in questa guida potrebbero essere soggette a modifiche future.

Passaggio 2: familiarizzare con la documentazione dei moduli specifici per la chiamata (online)

Scarica il pacchetto informativo, che di solito include una “guida” con consigli sulla preparazione e la presentazione. Se le informazioni non ti sono chiare, sentiti libero di utilizzare l’interfaccia dedicata (es. casella di posta funzionale, pagina online, ecc.).

Passaggio 3: trova partner dove utile o richiesto

Alcuni (sotto)programmi sostengono progetti transfrontalieri o transeuropei. Potrebbero quindi essere necessari partner con sede in altri paesi dell’UE per formare un consorzio.
Molti siti web o pagine di programmi che pubblicizzano una chiamata specifica contengono una sezione in cui i potenziali partner possono pubblicare la loro offerta o richiesta.

Passaggio 4: invia la tua proposta, offerta o domanda in tempo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!