USA, IN AUMENTO I CONTAGI DI VAIOLO DELLE SCIMMIE - WHAT-U

L’amministrazione Biden ha dichiarato il vaiolo delle scimmie un’emergenza di salute pubblica la scorsa settimana nel tentativo di rallentare l’epidemia che ha infettato più di 8.900 americani. Martedì i funzionari sanitari statunitensi hanno autorizzato un piano per aumentare la fornitura limitata della nazione di vaccino contro il vaiolo delle scimmie somministrando alle persone solo un quinto della dose abituale, citando la ricerca che suggerisce che la quantità ridotta è altrettanto efficace.

Il cosiddetto approccio dose-risparmio richiede anche la somministrazione del vaccino Jynneos con un’iniezione appena sotto la pelle piuttosto che nei tessuti più profondi, una pratica che potrebbe potenziare meglio il sistema immunitario. I destinatari riceverebbero comunque due dosi distanziate di quattro settimane l’una dall’altra. La nuova politica moltiplicherà immediatamente le 440.000 dosi complete attualmente disponibili in oltre 2 milioni di dosi più piccole.

“È sicuro, è efficace e aumenterà in modo significativo il volume delle dosi di vaccino disponibili per le comunità in tutto il paese”, ha detto ai giornalisti Robert Fenton, coordinatore della risposta al vaiolo delle scimmie della Casa Bianca.

“La FDA ha autorizzato questo vaccino per gli adulti di età pari o superiore a 18 anni ad alto rischio di infezione da vaiolo delle scimmie. I giovani possono anche ottenere il vaccino solo se sono considerati ad alto rischio, altrimenti a loro è riservata l’iniezione tradizionale”, ha affermato l’agenzia. I funzionari della FDA hanno sottolineato che la seconda dose è fondamentale per garantire la protezione.

“Riteniamo piuttosto fermamente che le due dosi siano necessarie perché, in parte, non abbiamo alcuna prova che tre, sei, otto mesi dopo le persone saranno adeguatamente protette da una singola dose”, ha affermato il dottor Peter Marks, responsabile della FDA capo vaccino. Secondo lo studio finanziato dal National Institutes of Health, circa il 94% delle persone che hanno ricevuto la dose più piccola aveva livelli adeguati di anticorpi anti-virus, rispetto al 98% di coloro che hanno ricevuto la dose intera.

Il NIH sta pianificando un’ulteriore prova della tecnica. E la direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha affermato che la sua agenzia sta già iniziando a monitorare l’efficacia del vaccino nel mondo reale nelle comunità statunitensi, anche se le stime iniziali richiederanno tempo per essere generate. “Abbiamo serie preoccupazioni per la quantità limitata di ricerca che è stata fatta su questa dose e metodo di somministrazione, e temiamo che darà alle persone un falso senso di fiducia nel fatto che sono protette”, ha affermato David Harvey della National Coalition of STD Directors, in una dichiarazione.

Le dosi più piccole richiedono anche un diverso tipo di iniezione che penetra solo nello strato superiore della pelle, piuttosto che nello strato inferiore tra la pelle e il muscolo. Questa è una tecnica meno comune che potrebbe richiedere una formazione extra per alcuni operatori sanitari

 Ma gli specialisti in malattie infettive hanno detto che non dovrebbe essere un grosso ostacolo. La FDA ha approvato il vaccino Jynneos nel 2019 per prevenire il vaiolo e il vaiolo delle scimmie sulla base, in parte, di studi sulle scimmie. Gli animali che hanno ricevuto la vaccinazione a due dosi avevano più del doppio delle probabilità di sopravvivere rispetto a quelli che non l’hanno fatto dopo essere stati infettati dal vaiolo delle scimmie, secondo l’etichettatura della FDA.

Ulteriori studi sull’uomo hanno mostrato che le persone che hanno ricevuto Jynneos hanno avuto una risposta immunitaria simile a quelle che hanno ricevuto un vecchio vaccino contro il vaiolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!