[gtranslate] USA, CONDANNATI DUE LEADER DELL'ASSALTO AL CAMPIDOGLIO - WHAT-U

Stewart Rhodes,  il fondatore e leader degli Oath Keepers, una milizia di estrema destra statunitense antigovernativa i cui membri affermano di difendere la Costituzione degli Stati Uniti e incoraggiano i propri membri a disobbedire agli ordini che ritengono violino la Costituzione ieri giovedì 25 maggio, è stato condannato a 18 anni di carcere per aver guidato un complotto di vasta portata per mantenere al potere l’allora presidente Donald Trump dopo aver perso le elezioni del 2020. E un secondo membro del gruppo, Kelly Meggs, leader del contingente della Florida del gruppo,è stato condannato a 12 anni di carcere. “Quello che non possiamo assolutamente avere è un gruppo di cittadini che – poiché non hanno gradito il risultato di un’elezione, che non credevano che la legge fosse seguita come dovrebbe essere – fomentino la rivoluzione”, ha detto il giudice distrettuale Amit Mehta prima di emettere la sentenza. “Una cospirazione sediziosa, quando prendi questi due concetti e li metti insieme, è tra i crimini più gravi che un americano possa commettere”, ha detto il giudice. Sottolineando: “È un reato contro il governo usare la forza. È un’offesa contro il popolo del nostro paese”. E aggiungendo che quello che rende il caso ancor più riprovevole è stato il fatto che Rhodes non ha espresso rimorso e continua a essere una minaccia. “Era lui a dare gli ordini”, ha detto Mehta. “Era lui che organizzava le squadre quel giorno. Era il motivo per cui si trovavano effettivamente a Washington DC. Gli Oath Keepers non ci sarebbero stati ma per Stewart Rhodes, non credo che nessuno sostenga il contrario. È stato lui a dare l’ordine di andare, e sono andati». Rhodes è stato condannato per cospirazione sediziosa, (un’accusa raramente espressa nell’ultimo secolo e mezzo), da una giuria di Washington, DC, a novembre in uno storico processo penale che è stato un test della capacità del Dipartimento di Giustizia di ritenere responsabili i rivoltosi del 6 gennaio e ha convalidato le argomentazioni dei pubblici ministeri secondo cui la violazione del Campidoglio era una grave minaccia alla democrazia americana. L’ufficiale di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti Harry Dunn, che ha testimoniato all’inizio di questa settimana sulla sua esperienza il 6 gennaio, ha detto alla CNN che Donald Trump dovrebbe essere “il prossimo”. Juliette Kayyem, analista della sicurezza nazionale della CNN, ha detto che questa dura sentenza renderà il reclutamento e la raccolta fondi più difficile agli Oath Keepers, ai Proud Boys, ossia a tutte queste organizzazioni di fatto considerate contro la democrazia americana.

I pubblici ministeri avevano chiesto 25 anni per Rodhes

I pubblici ministeri avevano chiesto a Mehta di condannare Rhodes a 25 anni dietro le sbarre e di applicare le pene rafforzate per la condanna al terrorismo. “Questo è terrorismo”, ha detto giovedì il procuratore Kathryn Rakoczy. “Non è far saltare in aria un edificio direttamente o dire a qualcuno di far saltare in aria un edificio, ma alla luce della minaccia di danni e della natura storica del tentativo di fermare la certificazione di un’elezione per la prima volta nella storia americana”, Rhodes e altri I leader di Oath Keepers dovrebbero essere puniti più duramente”. Rhodes, accusato di aver guidato dozzine di altri individui in un complotto coordinato culminato nell’assedio del 6 gennaio, è stato anche riconosciuto colpevole di aver ostacolato un procedimento ufficiale e manomesso documenti. Di quelli guidati da Rhodes, 22 sono già stati condannati per vari crimini federali da una giuria o dichiarazione di colpevolezza. Otto, compreso il coimputato di Rhodes Meggs, invece sono stati condannati per cospirazione sediziosa. Rhodes, prima di essere condannato, ha dichiarato di essere un “prigioniero politico” e ha promesso di continuare a “smascherare la criminalità del regime” in carcere. “Vorrei iniziare dicendo semplicemente che sono un prigioniero politico e, come il presidente Trump, il mio unico crimine è oppormi a coloro che stanno distruggendo il nostro Paese”, ha detto in tribunale a Mehta.  Rhodes ha ripetutamente difeso le azioni sue e dei suoi seguaci il 6 gennaio, affermando che “nessun custode del giuramento ha preso parte a nessuno dei combattimenti” e che la violenza al Campidoglio è stata “tutta compiuta da altre persone”. “Credo che questo paese sia incredibilmente diviso e questa accusa – non solo la mia ma tutti i J6ers – stia peggiorando le cose”, ha detto Rhodes.

Michael Fanone, un ex agente di polizia di Washington, DC, che è stato aggredito il 6 gennaio, ha definito “oltraggiosa” la prospettiva che Rhodes possa essere potenzialmente graziato da Trump.

“Dovrebbe indignare tutti gli americani”, ha detto Fanone giovedì al “News Central” della CNN. “Stewart Rhodes è stato condannato da una giuria di suoi pari per le sue azioni, che hanno provocato le ferite subite da me e da centinaia di altri agenti di polizia il 6 gennaio. Per non parlare del fatto che l’America è diventata un motivo di imbarazzo nazionale e internazionale sulla scena mondiale .” Fanone ha detto che è stato “disgustoso” che Trump si sia “allineato” con persone come Rhodes attraverso le dichiarazioni che ha fatto durante il municipio della CNN e ciò che continua a dire “su base giornaliera”.

E Meggs? I pubblici ministeri avevano chiesto la sua condanna a 21 anni di carcere, affermando che “con la possibile eccezione di Stewart Rhodes, Meggs era il centro intellettuale e morale di questa cospirazione”. Ma se Mehta è stato particolarmente inflessibile con Rhodes riguardo il modo in cui  avvenuto l’attacco al Campidoglio, affermando che “Non scendi in strada con i fucili. Non speri che il presidente invochi l’Insurrection Act in modo da poter iniziare una guerra nelle strade… non ti precipiti nel Campidoglio degli Stati Uniti con la speranza di fermare il conteggio dei voti elettorali. Se lo facessero tutti precipiteremo lentamente ma inesorabilmente nel caos” con Meggs ha usato toni più morbidi. Tenuto anche conto che lui  per le sue azioni del 6 gennaio si è scusato con i suoi familiari in aula in lacrime. “Mi dispiace essere coinvolto in un evento che ha segnato così tanto il nostro paese”, ha detto Meggs al giudice.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY