[gtranslate] COCO LEE DOPO IL TENTATIVO DI SUICIDIO, È MORTA - WHAT-U

Coco Lee sul red carpet del 53esimo Golden Horse Awards di Taipei, a Taiwan November 26, 2016. REUTERS/Tyrone Siu/File Photo

La pop star Coco Lee è morta mercoledì. Lo hanno annunciato le sue sorelle Lee, Carol e Nancy,  con un post su Facebook, rivelando che la diva da qualche anno soffriva di depressione e questo l’ha indotta domenica scorsa a tentare il suicidio a casa sua. Un atto estremo a causa del quale è andata subito in coma e poi non si è più risvegliata. “Con grande tristezza, siamo qui [per] dare la notizia più devastante: Coco soffriva di depressione da alcuni anni, ma le sue condizioni sono peggiorate drasticamente negli ultimi mesi”, hanno detto le sorelle. “Anche se Coco ha cercato un aiuto professionale e ha fatto del suo meglio per combattere la depressione, purtroppo quel demone dentro di lei ha avuto la meglio”. E dire che quest’anno avrebbe dovuto festeggiare 30 anni di carriera. Invece lei ha scelto la strada dell’oblio. La sua famiglia ha espresso la propria gratitudine al personale sanitario e ai fan per il loro sostegno. Ha anche ringraziato il team medico per i loro sforzi per salvarle la vita. Una fonte a conoscenza del caso ha detto che Lee viveva in un appartamento del Four Seasons Hotel nell’ottobre dello scorso anno. Il 30 giugno si era sentita male e quindi è stata ricoverata in ospedale per un giorno. Poi si è trasferita a casa di sua sorella Carol a The Peak, ed è lì che ha tentato di togliersi la vita. Un triste epilogo che nessuno si aspettava. Anche perché dopo l’intervento a una gamba cui si è sottoposta lo scorso febbraio non sembrava che avesse tendenze suicide in quel momento. Amici e fan della diva pop hanno espresso il loro dolore sui social media, tra questi la cantautrice taiwanese Jolin Tsai, che ha scritto: “RIP. Ricorda per sempre il tuo sorriso luminoso. La cantante di Hong Kong Gloria Tang Tsz-kei, conosciuta come GEM, ha accolto la notizia con incredulità. “Non riesco a credere a quanto dolore ci fosse dietro il tuo sorriso. Ho perso tutte le mie parole. Mi mancherai sorellina @cocolee. Riposa in pace”, ha scritto. Nata a Hong Kong nel 1975 e cresciuta a San Francisco dall’età di nove anni, Lee era la più giovane di tre sorelle. Ha iniziato la sua carriera all’età di 18 anni nel 1993 prendendo partecipando al New Talent Singing Awards di TVB, nel quale di è classificata prima. Il suo primo album in lingua inglese, Just No Other Way , l’ha pubblicato nel 1999. E da quel momento ha collezionato molti successi e record visto che è  stata la prima cantante cinese ad essere ingaggiata da Sony Music a livello globale e la prima – e unica – artista della sua nazionalità a cantare agli Oscar, eseguendo “A Love Before Time” un brano tratto dal film di Ang Lee, vincitore di premi nel 2000, Crouching Tiger, Hidden Dragon . Intervistata da Post Magazine, aveva detto: “Scelgo di lavorare sodo. È una scelta. Voglio essere una persona di successo. Voglio avere una carriera di successo. Essendo una cantante ci sono molti alti e bassi, ma il mio atteggiamento è sempre stato quello di scegliere di parlare delle cose positive. Quando le cose mi abbattono, parlo sempre con la mia famiglia. Finché hai un atteggiamento positivo, allora supererai questo. Ne uscirai vincitore”. Nell’ottobre 2011, la cantante, dopo un corteggiamento durato otto anni, è convolata a nozze con il miliardario canadese Bruce Rockowitz che per il loro matrimonio ha speso oltre 19 milioni di dollari. Bellissima la cerimonia ebraica allo Sky100, il ponte di osservazione di il grattacielo ICC con la quale hannno pronunciato i loro sì. Tanti gli ospiti illustri, tra cui Mariah Carey, Tommy Hilfiger e Jennifer Lopez, per un ricevimento agli Shaw Studios.

All’inizio di quest’anno, Lee aveva rivelato di essere nata con un difetto alla gamba sinistra e di dover fare affidamento sulla gamba destra, spiegando di  aver subito anche un intervento chirurgico alla gamba sinistra che l’ha costretta a imparare di nuovo a camminare. Durante la sua lunga carriera di cantante, Lee ha pubblicato più di 15 album, raccogliendo decine di milioni di vendite. Il suo singolo “Do You Want My Love” è salito al numero quattro delle classifiche di Billboard negli Stati Uniti nel dicembre 1999. Ha anche recitato in tre film. Purtroppo quel miraggio di perfezione che pensava fosse indispensabile per meritare il plauso dei suoi fan  e delle persone a lei care dopo l’intervento le ha fatto perdere fiducia in se stessa e anche la voglia di vivere.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY