MADONNA IS BACK - WHAT-U

Madonna, dopo avere debellato una “grave infezione batterica” che l’aveva portata al ricovero in un reparto di terapia intensiva per diversi giorni, ieri ha ricominciato  il suo Celebration Tour, lo show itinerante che celebra i 40 anni della sua carriera, esibendosi alla The O2 Arena a Londra e terminerà la sua tournée il 24 aprile al Palacio de los Deportes di Città del Messico. In mezzo anche le tappe italiane di Milano, il 23 e 25 novembre. “Sono sulla strada della guarigione e sono incredibilmente grata per tutte le benedizioni della mia vita”, aveva scritto la superstar su Instagram quest’estate, poco dopo la notizia del ricovero in terapia intensiva. “La mia attenzione ora è sulla mia salute e sul diventare più forte e vi assicuro che tornerò con voi prima possibile.” Sul palco, Madonna, 65 anni, ha detto di aver avuto un “anno pazzesco” che né lei né i suoi medici pensavano che sarebbe riuscita a superare. Ma lei ci è riuscita,  anche grazie ai suoi figli che l’hanno spronata a guarire. La serata di apertura del tour ha segnato anche il 27esimo compleanno della primogenita Lourdes Leon, che è apparsa sul palco con sua madre. Madonna ha suonato i brani più noti cantati nella  sua lunga carriera. Nella scaletta c’erano canzoni iconiche da Like a Prayer a Holiday a Vogue a La Isla Bonita. E poi brani più di nicchia come Die Another Day dal film di Bond del 2002 con lo stesso nome. Durante il concerto, tra un brano e l’altro, Madonna ha parlato della guerra in corso in Medio Oriente . “Anche se i nostri cuori sono spezzati, i nostri spiriti non possono essere spezzati”, ha detto, aggiungendo “spero che la coscienza collettiva riesca a cambiare il mondo e a portare la pace”. Madonna ha riprogrammato la tappa nordamericana del suo tour, originariamente prevista per il 15 luglio a Vancouver. Ora inizierà il 13 dicembre al Barclays Center di Brooklyn, New York.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY