•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La produzione venduta di cereali (incluso il riso) nell’Unione europea (UE) è stata di 310 milioni di tonnellate nel 2017, circa il 12% della produzione mondiale. Ciò ha rappresentato un aumento del 2,7% (8,2 milioni di tonnellate) rispetto al 2016, nonostante le condizioni di siccità in molte aree dell’Europa centrale e meridionale e una riduzione delle aree coltivate di 1,6 milioni di ettari. Nonostante la ripresa, la produzione europea di cereali raccolti nel 2017 è rimasta al di sotto del picco del 2014 di 333 milioni di tonnellate. Ora l’obiettivo è superare in 400 milioni di tonnellate.

Il grano tenero e il farro rappresentano il 46% di tutti i chicchi di cereali raccolti nell’UE nel 2017. A questa quota hanno fatto seguito mais da granoturco e mais (19%) e orzo (19%). Avena, segale e altri cereali hanno rappresentato il restante 14% della produzione di cereali.

In termini di produzione di cereali nei singoli Stati membri, la Francia ha prodotto i maggiori quantitativi di grano tenero e di farro (36,5 milioni di tonnellate), orzo (12,1 milioni di tonnellate) e mais / mais-pannocchia (14,5 milioni di tonnellate) nel 2017. Polonia ha prodotto la più alta quantità di segale e miscele di cereali invernali (2,9 milioni di tonnellate) e avena (1,5 milioni di tonnellate).


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!