[gtranslate] TRUMP BLOCCA VERSIONE INTEGRALE DI MUELLER E AUMENTA DAZI ALLA CINA - WHAT-U

di Sara Newton

Non passa una giornata o quasi senza riuscire a non parlare di Donald Trump in questi giorni assurto alle cronache mondiali per il parapiglia che ha creato nelle borse di mezzo mondo dopo avere annunciato venerdì scorso la sua volontà di aumentare i dazi nei confronti della Cina, dal 10% al 25%, di fatto già diventata una realtà, come ha dichiarato oggi il rappresentante americano al commercio, sottolineando che la notifica era stata già pubblicata sul Federal Register, l’omologo della Gazzetta Ufficiale.

Com’era da aspettarselo la Cina, pur definendosi rammaricata per l’escalation delle tensioni commerciali con gli Usa, non è stata con le mani in mano e con una nota diffusa dal ministero del Commercio, ha fatto sapere “che se gli Stati Uniti attueranno il loro piano di rialzo dei tassi dal 10% al 25% su 200 miliardi di dollari di Made in China”, la Cina assumerà tutte le necessarie contromisure”, senza però specificare quali. Ma se ieri sono stati i dazi a sollevare polveroni riguardo all’operato di Trump, oggi quello che ha fatto discutere è stato il suo attacco al New York Times per aver svelato le sue dichiarazione dei redditi. “Si tratta di informazioni molto vecchie e molto inaccurate”, ha tagliato corto il presidente Usa limitandosi a parlare di Fake News. E poi la sua decisione di volere invocare il ‘privilegio esecutivo’ sul rapporto completo di Robert Mueller nel tentativo di schermare la versione integrale delle indagini sul Russiagate. Lo ha annunciato oggi al Dipartimento di Giustizia. Un evento storico visto che è la prima volta che Trump esercita tale potere da quando è entrato alla Casa Bianca.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY