[gtranslate] TRUMP CONTRO CNN E NYT - WHAT-U

Niente di nuovo sul fronte Trump che questa volta queste volta ha convogliato la sua ira non solo verso la CNN, ma anche verso il New York Times rei, secondo il 45º presidente degli Stati Uniti d’America (N.d.R.: dal 20 gennaio 2017) di avere ipotizzato che l’accordo sui migranti col Messico fosse pronto già da parecchio tempo, ossia da prima che Trump minacciasse l’imposizione di dazi. L’intesa sarebbe stata chiusa solo ora ossia dopo che gli Usa non sono riuscito ad ottenere tutto quello che volevano.

“Faranno tutto il possibile per vedere il nostro Paese fallire! Sono davvero i nemici del popolo”, ha scritto il presidente americano su Twitter.

Trump in questi ultimi giorni su Twitter non se l’è presa solo con due colossi della stampa, ma anche con la Nasa colpevole, a suo avviso, di non fare fruttare gli stanziamenti economici che riceve dal Governo degli Stati Uniti nella giusta direzione. Il tweet pubblicato guarda caso da Trump solo poche settimane dopo che egli stesso ha difeso l’idea di una nuova spedizione lunare recitava: “Sotto la mia amministrazione stiamo riportando la NASA alla grandezza e torneremo sulla Luna, poi su Marte”, ha detto il presidente il 13 maggio, quando ha anche stanziato altri 1,6 miliardi di dollari al budget dell’agenzia spaziale per esplorare sia il satellite naturale terrestre che il satellite pianeta rosso.

LA GAFFE DI TRUMP SU TWITTER VENERDÌ SCORSO TRUMP QUANDO HA SCRITTO: “LA LUNA FA PARTE D MARTE”

“Per tutti i soldi che stiamo spendendo, la NASA non dovrebbe parlare di andare sulla luna, lo abbiamo fatto 50 anni fa. Dovrebbe concentrarsi sulle cose molto più grandi che stiamo facendo, come Marte (di cui la Luna è una parte), difesa e scienza “. Moltissime nell’immediato le risposte di migliaia di utenti che gli hanno ricordato che la Luna orbita attorno alla Terra e non ha niente a che fare con Marte, un pianeta che al suo punto più vicino si trova a circa 50 milioni di chilometri dal nostro satellite naturale .



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY