[gtranslate] TRIA E CONTE OTTIMISTI. IPOTIZZATA BLINDATURA DEL CONTI DEL 2020 - WHAT-U

Il premier Conte con presidente Ue Jean-Claude Juncker tra i due premier olandese Mark Rutte e il presidente del consiglio Eu Donald Tusk (ph. Ap)

di Alessandro Manzitti

“Sono ottimista” perché “il complesso degli impegni del prossimo anno e quello che si sta facendo quest’anno, che è il risultato essenzialmente di una politica di bilancio molto oculata e molto prudente, ritengo che corrisponda al rispetto delle regole,quindi mi aspetto un giudizio positivo perché sta nelle cifre”. Queste le parole di oggi del ministro dell’Economia Giovanni Tria, a margine del G20. Ostentano ottimismo il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia Giovanni Tria. E da Osaka assicurano che Roma riuscirà a scongiurare la procedura di infrazione, non per qualche colpo di “magia”, ma perché “lo dicono i numeri: i conti dell’Italia sono in ordine”.

Al G20 in Giappone, il premier Conte ha detto che non c’è stato alcun “mercanteggiamento”, perché non era la sede “per condurre una trattativa”. Ma certo è stata un’occasione per una serie di scambi tra i leader, che oltre alla procedura di infrazione nei confronti dell’Italia, (N.d.R: l’accordo di massima, dovrebbe essere quello di una blindatura dei conti del 2020) avevano in agenda un argomento che preme a molti quello delle nuove nomine europee. Forse per anticipare questa volta sui tempi Salvini, che agli scambi di opinioni preliminari con lui e Di Maio preferisce quelli con i giornalisti, il premier Conte in conferenza stampa ha parlato anche della flat tax, il provvedimento bandiera del vicepremier Matteo Salvini, assicurando che si farà. “Siamo molto ambiziosi , io personalmente sono ambiziosissimo, intendo la flat tax non solo come rimodulazione delle aliquote ma come riforma fiscale. Faremo una riforma complessiva, con le risorse, cercando di valorizzare al massimo il nostro obiettivo: alleviare la pressione fiscale e riformare l’intero quadro fiscale”. E di fronte alle insistenze dei giornalisti ha commentato: “Ci volete far fare la manovra oggi? Volete che la flat tax la faccia oggi? Si farà a tempo debito”.

ph. Afp
ph. Afp
ph. Afp
ph. Ap


Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY