•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco Jeremy Renner in una foto di 5 anni fa assieme alla figlia Ava Berlin e all’ex moglie Sonni Pacheco
ph. RR / BACKGRID

di Patricia Sinclair

In tempi di Coronavirus, non sono solo le aziende che riducono i salari. L’attore Jeremy Renner, che nella sua carriera ha ricevuto due candidature ai premi Oscar, una come miglior attore protagonista per The Hurt Locker e un’altra come miglior attore non protagonista per The Town e che dal 2011, veste i panni del supereroe ‘Occhio di Falco’ nei film del Marvel Cinematic Universe, ha chiesto la riduzione degli alimenti. Renner ha fatto sapere che la pandemia scatenata dal Coronavirus gli ha fatto saltare molti ingaggi e questo ha messo a dura prova il suo conto bancario.

ph. Twitter

Così lunedì scorso ha presentato al tribunale di Los Angeles la richiesta di decurtazione dell’assegno per il mantenimento della figlia Ava Berlin, nata nel 2013 dal matrimonio con la modella canadese Sonni Pacheco. Sonni nel dicembre 2014 aveva presentato le carte del divorzio per differenze inconciliabili mantenendo la custodia congiunta di Ava con Renner. La richiesta è che l’assegno che attualmente si aggira intorno ai 30.000 dollari al mese per l’alloggio, il cibo, i trasporti e l’abbigliamento della figlia Ava di 6 anni, venga ridotto a 11.000 dollari. E a quanto pare non solo per colpa del Coronavirus. “Il vorace appetito di Sonny per i soldi di Jeremy non ha fine”, ha detto l’avvocato di Renner, a TMZ.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!