•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I controlli di sicurezza negli aeroporti ormai sono diventati sempre più lunghi e meticolosi. Si fa molta attenzione a qualsiasi oggetto che potrebbe esser usato come “arma” a bordo ed essere un pericolo per i passeggeri e l’equipaggio: dalle forbicine, alle forchette di plastica, alle limette alle bottigliette d’acqua… Ma sembra che questa regola sia sfuggita ad alcuni personaggi famosi che, evidentemente, hanno pensato di essere “giustizieri dell’aria”. Il potente motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it ha selezionato i casi più eclatanti di star che hanno cercato di imbarcarsi su un aereo armate.

Dwight Howard

Dwight Howard, il campione spavaldo
Il cestista americano, passato di recente con gli Charlotte Hornets, qualche anno fa ha tentato di salire su un aereo con una pistola. Il giocatore NBA si trovava all’aeroporto di Houston quando uno degli scanner ha rilevato l’arma nel suo bagaglio. Viaggiava con una nove millimetri modello Glock 26, che era stata anche caricata con un proiettile. Howard si è giustificato dicendo di aver semplicemente dimenticato che si trovava in quella borsa, ma è stato fortunato, perché l’incidente si è verificato in Texas dove le leggi sulle armi da fuoco sono più permissive. Non è stato arrestato, la polizia gli ha solo sequestrato la pistola e si è assicurata di portarla lontano dall’aeroporto; poi Howard ha dovuto effettuare nuovamente il controllo di sicurezza ed è stato lasciato passare senza che la polizia sporgesse denuncia contro di lui. 

Pierce Brosnan, un James Bond trasformato in Rambo
Pierce Brosnan, il celebre agente James Bond, una volta ha cercato di passare il controllo di sicurezza aeroportuale di Burlington, Vermont (USA), con un coltello da caccia di 25 centimetri nel bagaglio a mano. L’attore era con il figlio di 14 anni Paris, in partenza per Detroit con un volo della Delta Airlines.Gli agenti della Transportation Security Administration (TSA) degli Stati Uniti hanno trattenuto l’attore, imbarazzato per l’accaduto. L’ex 007 è stato poi graziato da un addetto alla sicurezza che ha minimizzato l’incidente, sostenendo che di continuo vengono intercettati oggetti vietati nei bagagli dei passeggeri e vengono rimossi senza poi comportare denunce o guai di altro tipo per i viaggiatori. Così, l’attore irlandese 64enne ha potuto proseguire il suo viaggio.

Snoop Dogg, il rapper dal manganello facile 
Anche il rapper è stato arrestato, dalla sicurezza del John Wayne Airport di Irvine, 70 chilometri a sudest di Los Angeles, mentre aspettava di imbarcarsi su un volo per New York e aveva un manganello pieghevole da poliziotto nel bagaglio. Un oggetto che si espande da 20 a 53 centimetri e viene classificato come arma pericolosa e il cui semplice possesso è illegale. Al processo Snoop Dogg si è dichiarato non colpevole, ma alla fine ha dovuto pagare la cauzione di 150.000 dollari per uscire dal carcere.

Christian Slater


L’attore Christian Slater ha trascorso qualche ora in carcere per aver provato a portare una pistola su un aereo in partenza dall’aeroporto JFK di New York. Le autorità aeroportuali gli hanno trovato una nove millimetri nel bagaglio a mano mentre passava al metal detector. Gli sono toccati alcuni giorni di lavori socialmente utili, ma solo perché l’episodio è avvenuto prima della tragedia delle Torri Gemelle, altrimenti gli sarebbe andata peggio.

Ed Sheeran, l’Hobbit volante
Stavolta la star non ha cercato di imbarcare un’arma in aereo, ma ha rischiato quasi di uccidere la cantante Taylor Swift che si trovava a bordo. Ed Sheeran, che ha aperto i concerti della famosa popstar bionda, ha rischiato grosso con una riproduzione della spada usata nel film “Lo Hobbit” di Peter Jackson. L’aveva portata per divertirsi sul volo privato in cui i due viaggiavano insieme al resto del gruppo verso Nashville. “L’ho comprata a Omaha e volevo portarla a Nashville, ma Taylor e il suo team erano spaventati e si chiedevano perché l’avessi con me” ha spiegato il cantante. “Quando l’aereo è decollato, la spada che era sul tavolo, ha iniziato a muoversi lentamente, poi quando ci sono state delle turbolenze e il velivolo ha barcollato è arrivata quasi contro Taylor e ho pensato che stesse per trafiggerla! Per fortuna è andato tutto bene”.

Johan Falcon

Jonah Falcon e il rigonfiamento sospetto…
Uno degli ultimi casi è il più divertente: riguarda Jonah Falcon, attore Usa, personaggio tv e famoso per essere l’uomo con il pene più grande del mondo (34,5 cm!), a cui è stato chiesto di spogliarsi in un aeroporto della California perché gli addetti ai controlli pensavano che stesse nascondendo un oggetto pericoloso nei pantaloni. In realtà era tutta “roba sua”, un’arma di 24 centimetri a riposo e 34,5 in fase d’erezione. Quando gli è stato chiesto se aveva svuotato completamente le tasche, l’attore ha risposto di sì, ma non è stato preso sul serio e lo hanno fatto spogliare. Facile immaginare la sorpresa degli addetti alla sicurezza nel vedere la sua “arma misteriosa”. Lui però non ne ha mai fatto un vanto e nonostante le numerose proposte per recitare in film porno, ha sempre rifiutato.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!