•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In questa foto del 4 ottobre 2019, Michael Atkinson, ispettore generale dell’intelligence Usa, arriva al Campidoglio a Washington per sottoporsi a un interrogatorio a porte chiuse su una denuncia di informatori che ha scatenato l’impeachment del presidente Donald Trump.  
(ph. AP / J. Scott Applewhite)

di Colin Anthony Groves

Il presidente Donald Trump ha improvvisamente licenziato l’ispettore generale della comunità dell’intelligence, l’ispettore generale dell’intelligence Usa, Michael Atkinson, il primo che allertò il Congresso sull’esistenza della denuncia della talpa che ha portato all’impeachment del presidente americano. «Non ha più la mia fiducia», la laconica motivazione del tycoon. Il licenziamento è stato annunciato in una lettera inviata dalla Casa Bianca al Congresso. Trump, scrive Ap, venerdì ha informato i comitati di intelligence del Senato e della Camera della sua decisione di licenziare Michael Atkinson perché a suo avviso ha gestito male la comunicazione dell’anonima denuncia degli informatori che ha scatenato il suo impeachment. Trump ha dichiarato nella lettera che è “vitale” che lui abbia fiducia nei nominati che fungono da ispettori generali, e “questo non è più il caso di questo ispettore generale”. E poi ha aggiunto che “Atkinson sarà rimosso dalla sua carica tra 30 giorni, il tempo necessario che deve attendere dopo aver informato il Congresso”. Obiettivo nominare un individuo “che abbia la sua piena fiducia” in un secondo momento.

Atkinson è stato il primo a informare il Congresso sull’anonima denuncia degli informatori dell’anno scorso che descriveva la pressione di Trump sull’Ucraina per indagare sul democratico Joe Biden e suo figlio. Tale denuncia ha provocato un’indagine della Camera che alla fine ha portato all’impeachment di Trump

Il presidente della commissione per i servizi segreti della Camera, Adam Schiff, che ha guidato l’indagine sull’impeachment della Camera, ha dichiarato che “la decisione del presidente in piena notte mette a rischio ancora maggiore il nostro paese e la sicurezza nazionale”. 

Il presidente della commissione per i servizi segreti della Camera, Adam Schiff

La portavoce della Camera Nancy Pelosi, ha replicato che il fuoco “minaccia di avere un effetto agghiacciante contro tutti coloro che vogliono dire la verità al potere”. Infine il leader democratico del Senato Chuck Schumer, ha aggiunto che Trump “licenzia la gente per aver detto la verità”. Michael Horowitz, presidente del Consiglio degli ispettori generali su integrità ed efficienza e ispettore generale del Dipartimento di giustizia, apprezzato dai legislatori di entrambe le parti, ha criticato la rimozione di Atkinson e ha difeso la sua gestione del caso ucraino. Ma si sa questo è un déjà vu e quando Trump vuole eliminare qualcuno che non gli va più a genio non ci pensa due volte.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!