[gtranslate] LA APPLE MUSIC LANCIA IL SUO PRIMO PROGRAMMA IN AFRICA - WHAT-U

La Apple Music per lanciare il suo primo programma radiofonico in Africa ha scelto Cuppy, una giovane dj e produttrice musicale, ora ventisettenne, già nota nel paese, perché a soli 23 anni, nell’agosto 2015, ha iniziato il suo primo tour DJ, “Cuppy Takes Africa”che comprendeva esibizioni, importanti collaborazioni di artisti e impegni di beneficenza sostenuti da GTB Bank e dalla Dangote Foundation, in 8 città dell’Africa, facendo tappa in Nigeria, Senegal, Ghana, Kenya, Tanzania, Ruanda, Uganda, Sudafrica riscuotendo, tra l’altro, riscuotendo molto successo. Cuppy, che è figlia di un noto uomo di affari nigeriano Femi Otedola, filantropo, ex presidente di Forte Oil PLC , fondatore di Zenon Petroleum and Gas Ltd e proprietario di numerose altre attività di trasporto marittimo, immobiliare e finanziario, che recentemente ha investito nella produzione di energia come parte della liberalizzazione del settore in Nigeria, nonostante si sia trasferita nel Regno Unito all’età di 13 anni dopo avere vissuto nel Lagos, in Nigeria, ha sempre mantenuto un rapporto molto stretto con la sua terra. La piattaforma streaming oggi ha annunciato che “Africa Now Radio con Cuppy” debutterà domenica e presenterà un mix di suoni africani popolari contemporanei e tradizionali, tra cui generi come Afrobeat, rap, house, kuduro e altri ancora. “Lo spettacolo rappresenta un viaggio da ovest a est e da nord a sud, ma soprattutto una narrazione dell’Africa e poi dell’Africa ora”, ha dichiarato Cuppy, che vanta una laurea in economia e commercio al King’s College di Londra conseguita nel luglio 2014 e un master in musica conseguito all’università di New York nel 2015. L’annuncio di Apple Music arriva la stessa settimana in cui Universal Music Group ha annunciato anche il lancio di una nuova etichetta discografica, la Def Jam Africa, nata per supportare i talenti Afro della hip-hop, che avrà sede a Johannesburg e a Lagos e sosterrà i musicisti più talentuosi. (C.V.)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY