[gtranslate] È MORTA TINA TURNER, AVEVA 83 ANNI - WHAT-U

Anna Mae Bullock  in arte Tina Turner, la nota cantante rock e soul considerata una delle artiste più famose di tutti i tempi, è morta, all’età di 83 anni. La Turner divenuta famosa negli anni ’60 e nei primi anni ’70 in coppia col marito Ike Turner nonostante la fama raggiunta con lui decise di lasciarlo per fuggire da una quotidianità che le riservava solo umiliazioni e botte. La sua carriera riprese nel 1984 con il suo album multiplatino “Private Dancer” e la sua hit n. 1, “What’s Love Got to Do With It”. In poco tempo la Turner all’epoca divenne una star internazionale inimitabile per la sua grinta sul palco, le sue parrucche, le gonne corte e le gambe notoriamente lunghe e muscolose che metteva in mostra con orgoglio durante le sue esibizioni camminando avanti e indietro su tacchi di 12 centimetri. Oltre alla sua voce roca.

“Per molto tempo mi sono sentita come bloccata, senza via d’uscita dalla situazione malsana in cui mi trovavo, ma poi ho avuto una serie di incontri con diverse persone che mi hanno incoraggiata… E una volta che ho potuto vedermi chiaramente, ho iniziato a cambiare, aprendo la strada alla fiducia e al coraggio. Ci sono voluti alcuni anni, ma alla fine sono stato in grado di difendere la mia vita e ricominciare da capo” diceva nelle sue interviste parlando dei tempi in cui si esibiva col marito. Lei cantava da solista con l’aiuto di cantanti donne, mentre suo marito restava in sottofondo, di solito alla chitarra. “Litigavamo spesso, e una volta litigato mi ha mi ha picchiò in camerino. Salii sul palco con la faccia gonfia. Probabilmente il mio naso era rotto perché il sangue mi sgorgava in bocca mentre cantavo”. Tina rimase con Ike Turner per più di un decennio, terrorizzata dal suo carattere e determinata a non abbandonarlo come avevano fatto gli altri. Ma le cose precipitarono nel luglio 1976 dopo il volo verso Dallas per uno spettacolo. Salita in macchina lui cominciò a colpirla mentre raggiungevano l’hotel. Fu allora che decise di andarsene per sempre con soli 36 centesimi in tasca”. Prese l’auto guidò in autostrada fino a un motel, dove un impiegato comprensivo vedendo la sua faccia insanguinata le diede una stanza. Chiamò poi un avvocato che conosceva, che fece in modo che un amico venisse a prenderla e la mettesse su un aereo per tornare a Los Angeles. “Quando il mio aereo atterrò in California, avevo il cuore nelle orecchie. Avevo paura che Ike fosse lì” disse Tina a Oprah Winfrey nel corso di un’intervista.

Un’amica poi la introdusse al buddismo che le cambiò la vita. “Capii così che qualsiasi risultato deriva da un cambiamento interiore. Più studiavo i principi buddisti, più a fondo scavavo dentro di me e ripulivo qualsiasi atteggiamento o abitudine mi ostacolasse”. Lei e Ike divorziarono formalmente nel 1978 dopo una lunga battaglia legale. Non fu facile ricostruire la sua carriera, ma riuscì a dare una svolta al suo futuro quando incontrò il manager australiano Roger Davies nel 1979. E poi grazie a Rod Stewart che la invitò a eseguire “Hot Legs” con lui in “Saturday Night Live” due anni dopo, e nel 1983, la sua cover di “Let’s Stay Together” di Al Green. divenne un successo in Inghilterra. Gli album di successo, i singoli ei concerti sold-out sono continuati per tutta la fine degli anni ’80 e ’90, e Turner è rimasto un popolare live act fino al nuovo millennio, specialmente in Inghilterra.

La Turner si è trasferita in Svizzera negli anni ’90 con il fidanzato tedesco Erwin Bach, un dirigente della sua casa discografica. Aveva 16 anni di meno. La coppia si è sposata nel 2013 dopo una relazione romantica di 27 anni e nel 2022 ha acquistato una tenuta da 76 milioni di dollari sul lago di Zurigo. “Pago le tasse qui (negli Stati Uniti). La mia famiglia è qui”, ha detto a Larry King della CNN nel 1997. “Ho lasciato l’America perché il mio (più grande) successo è stato in un altro paese e il mio ragazzo era in un altro paese. L’Europa ha sostenuto molto la mia musica”. Ike e Tina Turner sono state inserite nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1991 e lei è stata inserita come artista solista nel 2021. Tina aveva due figli Craig, che è morto nel 2018, e Ronnie, nel 2022.

“Alcuni dei momenti più felici della mia vita sono stati la nascita dei miei bellissimi maschietti, Craig e Ronnie, e il matrimonio con il mio compagno e anima gemella, Erwin Bach”, ha detto al Today Show della NBC nel 2021. Professionalmente, ha detto, i suoi momenti più felici sono stati esibirsi dal vivo. “Uno dei miei primi obiettivi di carriera era diventare la prima donna di colore a riempire gli stadi di tutto il mondo”, ha detto alla NBC. “All’epoca sembrava impossibile. Ma non mi sono mai arreso e sono così felice di aver realizzato quel sogno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY