[gtranslate] BORIS JOHNSON DÀ LE DIMISSIONI E GIRA LE SPALLE ALLA CAMERA DEI COMUNI - WHAT-U

Ph Bbc

Boris Johnson oggi dopo aver ricevuto una lettera dal comitato della Camera dei Comuni che sta indagando ancora su di lui per le feste che organizzò durante la pandemia, note come “Partygate”, ha dato le dimissioni da membro del parlamento britannico. Un atto dovuto ha detto Johnson, che è stato uno dei principali artefici della Brexit, sottolineando che è in corso una “caccia alle streghe” esattamente come accadde “per la Brexit per ribaltare il risultato del referendum del 2016”. “Oggi ho scritto alla mia associazione a Uxbridge e South Ruislip per dire che mi dimetterò immediatamente e attiverò un’immediata elezione suppletiva”, ha detto. “Con mio grande stupore, ho avuto modo di comprendere che era stato dato il via ad alcuni procedimenti contro di me con l’obiettivo di cacciarmi dal Parlamento”, ha detto Johnson. Così è lui per primo a togliere il disturbo per non subire l’onta dell’espulsione.

Johnson poi ha anche criticato il governo di Sunak, affermando che quando ha lasciato l’incarico lo scorso anno “il governo era solo una manciata di punti indietro nei sondaggi” ma “quel divario si è ora notevolmente ampliato”. “Solo pochi anni dopo aver conquistato la più grande maggioranza in quasi mezzo secolo, quella maggioranza è ora chiaramente a rischio. Il nostro partito ha urgente bisogno di riconquistare il suo senso di slancio e la sua fiducia in ciò che questo paese può fare”, ha aggiunto.

La Brexit, probabilmente resterà la sua più grande vittoria, perché è riuscito con diplomazia e abilità a fare quello che non è riuscita a fare Theresa May.

La pandemia di Covid-19 ha messo questioni di vita o di morte nelle mani dei leader nazionali. Johnson è stato criticato per essere stato lento ad agire all’inizio. Ma il rapido lancio del vaccino nel Regno Unito, reso possibile da un’enorme scommessa che Johnson ha preso, ha aumentato la sua popolarità in un momento critico della sua premiership.

Johnson ha anche svolto un ruolo di primo piano nel sostenere l’Ucraina. È così popolare che alcune strade di Kiev sono state ribattezzate con il suo nome.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY