[gtranslate] COSTNER SI COMPLICA LA SEPARAZIONE DALLA MOGLIE CHE ORA RIVENDICA LA PROPRIETÀ DELLA CASA DOVE HANNO SEMPRE VISSUTO - WHAT-U

Esistono coniugi che non vedono l’ora di separarsi e prendere la propria strada e altri che invece non riescono a spiccare il volo verso altri lidi. Come l’ex moglie di Kevin Costner, Christine che dopo aver chiesto il divorzio da Kevin lo scorso primo maggio, dopo 18 anni di nozze, ora si rifiuta di lasciare il tetto coniugale. Eppure i termini del contratto prematrimoniale condiviso all’epoca delle nozze ossia nel 2004, sono chiari. Christine aveva 30 giorni per abbandonare quella dimora, ma da quando ha chiesto il divorzio, ma non se n’è ancora andata.

L’accordo prematrimoniale prevedeva che Kevin pagasse a Christine 100.000 dollari al momento del loro matrimonio e altri 100.000 dollari al loro primo anniversario. Cosa che lui fece. E poi 1.000.000 di dollari in caso di richiesta di divorzio. Soldi che lui ha versato oltre a un deposito di 200.000 dollari per aiutarla ad acquistare una nuova casa e a pagarne le tasse e l’assicurazione per almeno un anno. Costner ha aggiunto che si è anche offerto di pagare migliaia di dollari per i costi del suo trasloco, impegnandosi a pagare gli alimenti per lei e per i figli, per la precisione, 38.000 dollari al mese per lei, e 30.000 dollari al mese per i figli. Ma Christine pare essersi impuntata sulla questione della proprietà delle case. Kevin sostiene di possedere tutte e tre le case di famiglia, l’ex moglie replica che la casa dove tuttora vivono è un bene prematrimoniale che Kevin aveva acquistato nel 1988, 16 anni prima di sposarsi. E quindi non rientra nel patto prematrimoniale. Insomma la coppia, che condivide tre figli, Cayden, 16 anni; Hayes, 14 anni; e Grazia, 13, non sembra essere a buon punto riguardo le trattative della separazione. E Christine pare essere irremovibile riguardo al fatto che non lascerà la residenza fino a quando Kevin non accetterà le sue richieste finanziarie. “Quando Christine e io abbiamo iniziato a parlare di matrimonio nel 2003”, ha spiegato l’attore, “le ho detto che mi sarei risposato a patto che le mie residenze di proprietà restassero mie. Christine riconobbe all’epoca di aver compreso l’importanza di questo mio desiderio e accettò questa disposizione”. Ora però è cambiato tutto. E la divisione dei beni renderà ancora più difficile questo lungo addio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY