[gtranslate] IN AUMENTO GLI ACQUISTI DI FARMACI ILLEGALI VIA WEB - WHAT-U

Stanno aumentando gli acquisti di farmaci, legati alla medicina estetica e al diabete (quelli dimagranti), tramite siti web privi di autorizzazione. “Occorre affidarsi esclusivamente ai professionisti della salute, senza ricorrere a prodotti recuperati in autonomia, magari illegali o contraffatti, che possono rivelarsi molto nocivi per la salute” queste le raccomandazioni di Salvatore Piero Fundarò, presidente di Aiteb, l’Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino.

“Il mercato dei falsi all’interno di canali di vendita online risulta in crescita. Vengono comprati, tra gli altri, anche filler e tossina botulinica non autorizzati, promossi da ‘medici’ senza abilitazioni. Aifa, giustamente, ricorda che per la tossina botulinica e i filler dermici sono previsti l’obbligo di prescrizione e la somministrazione da parte di medici abilitati – aggiunge il presidente di Aiteb -. Viviamo in un periodo storico in cui una pubblicità social rischia di essere messa sullo stesso piano di indicazioni fornite da esperti medici che basano il loro giudizio su competenze, rispetto e scienza. Questo non va bene. L’educazione al valore della professionalità è cruciale tanto quando la prevenzione o il prendersi cura del proprio corpo. Acquistare farmaci da privati cittadini o da sconosciuti canali web, rischia di essere un atto di autolesionismo. Perché non si conosce chi li abbia prodotti, quali procedimenti o sostanze siano stati realmente usati. Bisogna contrastare questo fenomeno che è prima di tutto pericoloso verso la salute”. Bisogna impegnarsi a diffondere maggiormente la cultura scientifica”. Il 22 settembre, presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’Università di Padova, si terrà un vertice tra i massimi esperti scientifici della tossina botulinica e del suo uso in campo estetico e medico. “Un congresso, a 25 anni dal primo utilizzo in Italia, organizzato da Aiteb”, conclude Fundarò. “Da anni la tossina botulinica è usata con successo nel campo della medicina estetica. Ma serve continuare a dibatterne gli effetti positivi, analizzare le nuove scoperte e al tempo stesso rimarcare la distanza dai farmaci illegali”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY