HARRY SMENTISCE LA SUA ASSENZA AL FUTURO COMPLEANNO DEL PADRE, MA I DISSAPORI CON LUI RESTANO - WHAT-U

Il Duca di Sussex ha smentito un articolo del Sunday Times secondo il quale lui non si presenterà alla  festa per il 75esimo compleanno di suo padre, Re Carlo, nonostante sia già stato invitato. Questo perché il padre gli avrebbe chiesto di partecipare senza la sua amata Meghan. Vero? Non vero? Il giallo ha sortito tanti dubbi e altrettante polemiche che hanno riempito le pagine di molti tabloid britannici. E non solo. Così per mettere a tacere tanti rumors, lunedì 6 novembre, il portavoce di Harry ha replicato: “In risposta ai titoli dei media britannici, precisiamo che non c’è stato alcun contatto in merito a un invito. È deludente che il Sunday Times abbia riportato erroneamente questa storia”, lasciando intendere che nessuno ha mai contattato Harry”. Anche perché oramai sono diversi anni che il duca di Sussex, da quando lui e la moglie, Meghan Markle, si sono dimessi dai loro doveri reali nel 2020 prima di stabilirsi definitivamente a Montecito, in California, dove ora vivono con i loro due figli, il principe Archie, 4 anni, e la principessa Lilibet, 2, ha una relazione tesa e sempre più distante con suo padre. Distanze che si sono allungate ancora di più quando con la pubblicazione del libro di memorie “Spare”, ha messo a nudo tanti aspetti del loro controverso rapporto che per primaa, la regina Elisabetta II, se fosse stata in vita avrebbe preferito tenere nascosti. “A papà piaceva raccontare storie, e una delle migliori del suo repertorio toccava un argomento piuttosto delicato… data la voce che circolava in quel momento secondo cui il mio vero padre sarebbe stato uno degli ex amanti di mamma: il maggiore James Hewitt cui venivo assimilato per i capelli rossi del maggiore e molto altro. “Chissà se sono davvero il Principe di Galles? Chissà se sono anche il tuo vero padre?” ripeteva Carlo a Harry ridendo. Rideva e rideva, e anche se era uno scherzo Harry ovviamente lo trovò decisamente poco divertente, soprattutto dopo la morte della adorata mamma Diana.Harry ha anche scritto che il padre lo aveva avvertito che la famiglia reale non aveva “abbastanza soldi” per sostenere finanziariamente Markle, 42 anni, suggerendole di continuare a recitare.

Un altro dei passaggi più toccanti, è quello in cui il fondatore di Invictus Games ha raccontato che suo padre non lo ha nemmeno abbracciato quando gli ha detto che la madre era morta in un incidente stradale. A settembre però, un membro della famiglia reale ha reso noto che la frattura tra i due alla fine era stata riparata , seppur solo per non finire in pasto all’opinione pubblica. Per Harry quello fu un passo obbligato che il padre dovette fare per limitare la gogna mediatica. Cinque anni fa, in un documentario della BBC per celebrare il 70esimo compleanno di Charles, Harry elogiò suo padre per aver svolto un “lavoro straordinario” esprimendo la sua gratitudine per il suo “sostegno” a lui e Markle. Ma poi Carlo ancora una volta, a torto o a ragione, non condividendo il cambio di rotta del figlio, ha deciso di voltare le spalle a un membro della sua famiglia.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY