[gtranslate] CATHAY PACIFIC AIRWAYS DONNA SALE SULL'AEREO SENZA CARTA DI IMBARCO. VOLO BLOCCATO PER OLTRE 2 ORE PER CONTROLLI - WHAT-U

close up photo of a flying cathay pacific airplane
Photo by Fariz Priandana on Pexels.com

Le autorità di Hong Kong hanno chiesto alla compagnia di bandiera Cathay Pacific Airways di indagare su come un passeggero, secondo quanto riferito senza carta d’imbarco, sia riuscito a salire su un aereo in partenza da Tokyo e diretto a Hong Kong. Secondo quanto riportato dalla stampa, l’incidente avrebbe coinvolto una passeggera che ha più volte cambiato posto sull’aereo e durante un controllo non ha mostrato la carta d’imbarco o il passaporto. Nella sua risposta al Post, Cathay ha detto che il suo staff ha immediatamente cercato l’aiuto della polizia giapponese, che in seguito ha preso in custodia la persona. Il pilota ha chiesto a tutti i passeggeri di sbarcare dall’aereo per un controllo di sicurezza secondo le procedure standard della compagnia. Il volo, CX521, è infine arrivato a Hong Kong con circa un’ora di ritardo. La partenza da Tokyo era prevista per le 16:45, ma il velivolo è decollato alle 18:27. Un volo da Narita a Hong Kong dura normalmente 4 ore e 45 minuti, secondo il sito web di Cathay. La compagnia aerea si è inoltre scusata con i passeggeri per il ritardo e il disagio causato. Tra le cancellazioni figurano sei partenze verso destinazioni tra cui Bangkok, Pechino, Seul e Melbourne, nonché 10 arrivi da luoghi come Singapore, Tokyo, Shanghai e Sydney. Giovedì scorso la compagnia aerea ha dichiarato di aver deciso di cancellare “una piccola quantità” di voli per garantire la fornitura del servizio a seguito delle malattie stagionali che hanno colpito i piloti. Ma la Hong Kong Aircrew Officers Association, un sindacato che rappresenta i piloti e il personale di bordo, ha affermato che le cancellazioni inrealtà sono derivate da una carenza di personale causata dai licenziamenti avvenuti nel corso della pandemia, che ha creato successivamente gravi carenze di personale che non sono state ancora risolte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY