[gtranslate] HONG KONG, TAXI, DA APRILE I TASSAMETRI VERRANNO COLLEGATI DIRETTAMENTE AI SISTEMI DI PAGAMENTO ELETTRONICI - WHAT-U

Image credit: efired

A Hong Kong pagare il taxi sarà sempre più semplice perché da aprile, previo un periodo di prova di un mese, i tassametri verranno collegati direttamente ai sistemi di pagamento elettronico di conseguenza i passeggeri non dovranno più pagare in contanti le loro “corse”. Gli sviluppatori del contatore “CabCab”, che costa circa 1,3 milioni di dollari, hanno spiegato che la loro scoperta è stata finanziata dal Fondo per l’innovazione e la tecnologia, e verrà testata su 100 taxi rossi e verdi nell’ambito di un programma pilota per tutto il mese di marzo. E se il nuovo metodo per pagare i taxi sarà gradito alla maggior parte dei viaggiatori, dal terzo trimestre dell’anno un migliaio di taxi potranno fruire di questa tecnologia.

Il tassametro intelligente che calcola le tariffe in base alla distanza e al tempo e offre modalità di pagamento elettronico

La nuova tecnologia fornirà ai passeggeri molteplici opzioni per il pagamento elettronico e i tassisti saranno in grado di recuperare i propri guadagni elettronicamente alla fine della giornata lavorativa. Tra l’altro il calcolo automatico della tariffa del taxi potendo includere pedaggi e spese di servizio, ridurrebbe il rischio di errore umano. Wong Yu-ting, amministratore delegato di CabCab e presidente della Hong Kong Tele-call Taxi Association, ha affermato che la nuova tecnologia sarà inizialmente gratuita per gli autisti e che ci saranno promozioni che li incoraggeranno a utilizzare il tassametro, ma i passeggeri potrebbero dover sostenere il costo costi in futuro.”È come andare al ristorante, potrebbe esserci una commissione del 10% per il servizio”, ha aggiunto Wong. Ma pensiamo che ne valga la pena. Ci auguriamo che i servizi dei taxi migliorino in modo che i passeggeri siano felici di pagare la tariffa”. Quale il vantaggio per i passaggeri? L’ottenimento di sconti e promozioni utilizzando proprio le ricevute del taxi che verranno usate come buoni sconti per pagare cibo e bevande, “ma i dettagli dell’accordo devono ancora essere confermati” ha concluso Wong.

C’è però già chi ha alzato le barricate facendo notare che i sistemi di pagamento elettronico e i tassametri non sono collegati, il che significa che gli autisti dovranno inserire manualmente la tariffa, un passaggio aggiuntivo che molti considerano dispendioso in termini di tempo. Tra l’altro i tassisti devono anche portare i loro guadagni in contanti ai loro operatori prima di poter ottenere la loro parte. “La differenza principale tra questo contatore intelligente e quelli tradizionali è l’uso dei big data”, ha affermato Lawrence Cheung Chi-chong, amministratore delegato del Centro di ricerca e sviluppo per piattaforme automobilistiche e sistemi applicativi. Ha affermato che l’analisi dei big data potrebbe aiutare a migliorare la mobilità intelligente, avvisando i conducenti in tempo reale sulle aree in cui la domanda è aumentata e aiutando gli operatori di taxi nella gestione della flotta. Il presidente dell’Associazione dei taxi e degli autobus pubblici di Hong Kong, Chau Kwok-keung, ha stimato che già diverse migliaia di taxi in città danno l’opportunità di effettuare pagamenti elettronici. E per questo motivo ha esortato i taci a installare un sistema di pagamento elettronico. “Circa 600 taxi offrono il pagamento elettronico collegato al tassametro e i passeggeri possono pagare con carte Octopus o carte di credito”, ha detto Chau. “Ma ogni taxi è un mondo a sé e potrebbe aver installato altri sistemi che accettano metodi di pagamento basati su codici QR come AlipayHK e non le carte Octopus, quindi per questo motivo è difficile fare un censimento sulla quantità di taxi che offrono l’opportunità di pagare con transazioni elettroniche. Alipay è un’app di pagamento di proprietà di Ant Group, un’affiliata di Alibaba Group Holding, proprietaria del South China Morning Post.

I tassisti di Hong Kong spesso accusati di rifiutarsi di stare al passo con i tempi e di essere sfavorevoli ad  accettare i pagamenti elettronici come alternativa ai contanti, spesso vengono criticati. C’è poi chi riguardo i progressi sull’obiettivo di installare i nuovi contatori nei 18.163 taxi della città, continua ad affermare che i progressi sono troppo lenti sottolineando che il denaro contante continua a dominare il settore.

Chau a novembre, aveva dichiarato che avrebbe speso più di 1 milione di dollari (valuta Hong Kong)  per offrire l’installazione gratuita del sistema di pagamento intelligente Taxi Pay per tutti i tassisti, al fine di archiviare il metodo dei pagamenti in contanti “molto antiquati” ai giorni d’oggi. Ma i tassisti tuttora non sembrano per niente comvinti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY