[gtranslate] ECCO CHI SONO I CANDIDATI ALLA ROCK & ROLL HALL OF FAME 2024 - WHAT-U

Cher, Mariah Carey, Sade, Oasis, Lenny Kravitz e la compianta Sinéad O’Connor, ma anche Foreigner, i Kool & the Gang e Peter Frampton sono tra gli artisti nominati per la prima volta per l’inserimento nella Rock & Roll Hall of Fame. Lo ha annunciato ieri sabato 10 febbraio la Rock & Roll Hall of Fame Foundation in aggiunta a cinque artisti che sono stati precedentemente candidati: Mary J. Blige, Dave Matthews Band, Jane’s Dipendenza, Eric B. & Rakim e A Tribe Called Quest. Ozzy Osbourne , entrato nella sala nel 2006 come membro della pionieristica band heavy metal britannica Black Sabbath, (è nominato per la prima volta come solista). Il gruppo di artisti che rappresentano il pop, il funk, l’hip-hop, il rock alternativo, il metal, l’R&B e la scena delle jam band riflette la crescente diversificazione cui si è puntato nel 2024, per ampliare il processo di selezione in base a criteri di genere, razza e stile. “Continuando nel vero spirito del rock ‘n’ roll, questi artisti hanno creato la propria musica che ha influenzato generazioni e influenzato innumerevoli altri che hanno seguito le loro orme”, ha detto John Sykes, presidente della Rock & Roll Hall of Fame Foundation. Le reclute dell’anno scorso erano Kate Bush, Sheryl Crow, Missy Elliott, George Michael , Willie Nelson, Rage Against the Machine e gli Spinners.

Quali le regole? Per poter beneficiare della nomination, un singolo artista o gruppo deve aver pubblicato la sua prima registrazione commerciale almeno 25 anni prima dell’anno della nomination. Le candidature vengono votate da più di 1.000 musicisti, dirigenti, storici e giornalisti.

L’annuncio del ballottaggio del 2024 arriva pochi mesi dopo che il co-fondatore della sala, l’editore di Rolling Stone Jann Wenner , è stato estromesso dall’organizzazione sulla scia dei commenti ampiamente criticati che ha fatto sugli artisti neri e donne in un’intervista al New York Times. Alla domanda sul perché abbia incluso solo uomini bianchi in una raccolta delle sue interviste intitolata “The Masters”, Wenner ha risposto che artisti come Joni Mitchell e Stevie Wonder non erano sufficientemente “articolati” o “intellettuali” da meritare l’inclusione. I candidati di quest’anno saranno annunciati alla fine di aprile, con una cerimonia che si svolgerà in autunno a Cleveland, dove si trova il museo della sala.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY