[gtranslate] SANREMO BOOM DI ASCOLTI FRA I GIOVANISSIMI: ANGELINA MANGO VINCE IL FESTIVAL - WHAT-U

Si è da poco concluso il 74esimo Festival di Sanremo, un’edizione che ha visto trionfare Angelina Mango. Grande la soddisfazione e l’emozione della cantante perché era da 10 anni che una donna non vinceva il festival di Sanremo: l’ultimo successo risale al 2014, quando Arisa si impose con Controvento. Il secondo posto se l’è aggiudicato Geolier con il brano I’ p’ me, Tu p’ te, il terzo Annalisa con Sinceramente, il quarto Ghali con Casa mia, il quinto Irama con Tu no.

A Loredana Bertè, con il brano Pazza, è andato il Premio della Critica Mia Martini; ad Angelina Mango sono andati anche il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla, con 22 voti e il Premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale. Il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo è stato assegnato a Fiorella Mannoia con Mariposa. La valanga di preferenze ha mandato letteralmente in tilt il televoto: artisti e fan hanno segnalato problemi nella ricezione dei messaggi di conferma. Ma la Rai, dopo le opportune verifiche, ha precisato che la grande quantità di preferenze era stata regolarmente acquisita e che nessun voto era andato perso.

Tra i vari record quello dei numeri di ascolto. L’ultima puntata ha registrato ascolti stellari con 14 milioni 301 mila telespettatori pari al 74,1% di share. In grande evidenza Prima Festival con il 47,7% di share e 10 milioni 340 mila spettatori e, a seguire, Sanremo Start con il 61,2% di share e 14 milioni 615 mila spettatori. Nella notte tra venerdì e sabato, dalle 2.07 alle 3.11 VivaRai 2! Viva Sanremo!: ha toccato il 61 per cento di share e 1 milione 931mila spettatori.

Insomma un successone anche quest’anno Sanremo che si è confermato sempre di più un evento capace di catturare anche le nuove generazioni. FLU PLUS, (suite integrata di influencer marketing di proprietà di FLU, Part of Uniting Group) che ha analizzato l’andamento dei profili Instagram dei partecipanti alla competizione, ha rivelato che l’audience di riferimento del Festival, come successo lo scorso anno, è rappresentata da giovani tra i 18 e i 24 anni, con una preferenza del pubblico femminile64% contro 36% sia considerando coloro che hanno seguito la kermesse in modo più “tradizionale”, sia per coloro che l’hanno vissuta attraverso i social media.

Importante anche il numero di italiani raggiunti attraverso i social media, con oltre 115 milioni di visualizzazioni e quasi 16 milioni di interazioni solo tenendo conto dei contenuti realizzati dai cantanti in gara. Interessante poi la sfida social tra i protagonisti del Festival, dove spiccano due nomi su tutti: Annalisa Angelina Mango. La prima, infatti, nonostante un numero relativamente basso di contenuti (poco meno di 20 tra post, reel e story) è stata capace di incrementare la propria fan base di oltre 120.000 follower e di vincere la sfida per il maggior numero di utenti, oltre 3 milione e mezzo, che hanno interagito con i suoi contenuti, il famoso dato di engagement rate.

Ecco chi sono i TOP 5 concorrenti di Sanremo 2024 per Total Engagement (utenti che hanno interagito con un contenuto dell’artista)

·       Annalisa: 3.591.333

·       Angelina Mango: 3.204.048

·       Ghali: 2.877.221

·       Emma: 1.368.726

·       Fiorella Mannoia: 759.067

Analizzando invece le visualizzazioni totali la regina del Festival, così come in gara, è stata proprio Angelina Mango, che ha saputo raggiungere quasi 35 milioni di visualizzazioni totali, con oltre 3 milioni di interazioni generate e un aumento dei propri follower di oltre mezzo milione, dato in cui primeggia davanti al duo Ghali – Geolier, entrambi con una crescita intorno ai 500.000 fans.

TOP 5 concorrenti di Sanremo 2024 per Total Views

·       Angelina Mango: 34.752.884

·       Fiorella Mannoia: 12.861.856

·       Emma: 12.162.176

·       Ghali: 11.699.033

·       Annalisa: 11.666.470

Interessante poi vedere chi tra i cantanti in gara è stato il più attivo nella produzione di contenuti: al primo posto troviamo i Negramaro con 68 (sempre considerando post, reel e story), seguiti da Loredana Bertè e Angelina Mango, rispettivamente con 50 e 36.

TOP 5 concorrenti di Sanremo 2024 per Numero di contenuti

·       Negramaro: 68

·       Loredana Bertè: 50

·       Angelina Mango: 36

·       Nek: 34

·       Francesco Renga: 30

“Sanremo si ama e i numeri lo confermano. Anche quelli in ambito social media. Il Festival è infatti un evento sempre più legato a questi nuovi canali di comunicazione e per questo abbiamo voluto analizzare il comportamento dei cantanti in gara sui loro profili Instagram”, ha detto Rosario MagroChief Operating Officer di FLU, Part of Uniting Group. “Questa analisi restituisce una fotografia estremamente interessante, che va a confermare quanto emerso lo scorso anno, ovvero un interesse crescente da parte della generazione Z, target ideale per i contenuti che popolano i profili dei protagonisti della kermesse”.

Anche Webboh, la prima community italiana dedicata alla Gen Z, ha chiesto al suo pubblico di votare i cantanti in gara ed eleggere il suo brano preferito, attraverso una instant survey sul suo canale Instagram, elaborata da Webboh Lab, a cui hanno risposto più di 15mila giovani sotto i 25 anni in sole 24 ore. La canzone vincitrice indiscussa della 74a edizione del Festival della Canzone Italiana, secondo la Generazione Z, è “I p’ me, tu p’ te” di Geolier, cantante napoletano, artista di riferimento della scena rap italiana, amatissimo dalla Gen Z con un testo nel dialetto della sua città che racconta le emozioni dolciamare dopo la fine di una storia d’amore.

Ecco la top five del Festival di Sanremo 2024 della Gen Z:

  1. Geolier – I p’ me, tu p’ te
  2. Mahmood – Tuta Gold
  3. Annalisa – Sinceramente
  4. Alfa – Vai!
  5. Irama – Tu no

In modo inatteso, l’83% dei giovani ha seguito l’evento canoro in televisione sulla Rai e il 60% lo ritiene un momento speciale da vivere insieme ad amici e parenti, a conferma che la kermesse canora continua a essere vissuta come un grande evento aggregativo per gli italiani, che approfittano del Festival sempre di più per scoprire nuovi talenti musicali (85%).

Agcom chiede alla Rai di fornirle le preferenze arrivate col Televoto, dalla stampa e dalle radio

La classifica finale del Festival di Sanremo 2024 finisce all’attenzione dell’Agcom, e la Rai dovrà fornire tutti i dati circa i voti espressi dal pubblico attraverso il televoto e quelli dei singoli componenti delle giurie della sala stampa e delle radio. Lo afferma il Codacons, che annuncia oggi una istanza all’Autorità per le comunicazioni, alla Rai e al Mimit. Non entriamo nel merito della classifica finale del festival e delle posizioni occupate dai primi 5 artisti in gara, ma a seguito delle numerosissime proteste giunte dai telespettatori chiediamo chiarezza su quanto avvenuto ieri nel corso della kermesse canora – spiega il Codacons – Si sarebbero infatti verificati problemi tecnici e disservizi durante le fasi finali del Festival, con migliaia di utenti che, pur provando ad inviare telefonicamente la propria preferenza, non avrebbero ricevuto conferma circa la raccolta del voto da parte del sistema. A fronte della enorme spesa sostenuta dai cittadini per televotare da casa il proprio artista preferito, è necessario garantire massima chiarezza e trasparenza, nell’interesse di tutte le parti coinvolte, a partire da artisti e Rai. Per tale motivo il Codacons presenta oggi stesso una istanza d’accesso alla Rai volta ad ottenere tutti i dati sui voti di Sanremo 2024: quelli espressi dai singoli componenti delle giurie della sala stampa e delle radio; i voti validi raccolti attraverso il televoto; quelli invalidati e la relativa motivazione, e i dati circa eventuali voti espressi dal pubblico da casa e non raccolti dal sistema a causa di disservizi tecnici. L’associazione chiede inoltre ad Agcom e Mimit di intervenire per garantire piena trasparenza in favore degli utenti e verificare la correttezza di tutte le operazioni di voto durante la finale del Festival.

Striscia la Notizia: la consegna del Tapiro a Fiorello

 Valerio Staffelli l’inviato di Striscia La Notizia nel corso della puntata andata in onda l’8 febbraio, ha consegnato a Fiorello il Tapiro d’oro. Il motivo è oramai arcinoto.  Fiorello (e Amadeus) sarebbero colpevoli di aver coinvolto John Travolta nel Ballo del qua qua in diretta nazionale al Festival di Sanremo, facendogli fare una pessima figura. “È la gag più terrificante della televisione italiana, l’abbiamo fatta grossa. Non ti puoi presentare con un Tapiro solo! Ce ne vorrebbero almeno tre”, ha detto Fiorello a Staffelli, aggiungendo. “Ma secondo te, lui non era d’accordo? Travolta non è capace di intendere e di volere? Gli abbiamo detto e proposto: ‘Destrutturiamo la tua figura di personaggio iconico’. Lui ha detto ok e poi quando è arrivato lì aveva sta faccia… Praticamente il tranello l’ha fatto lui a noi”. Per Fiorello è il 27esimo Tapiro ricevuto in carriera.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY