[gtranslate] MONICA LEWINSKY DIVENTA LA PALADINA DELLE ELEZIONI. "ANDATE A VOTARE!" - WHAT-U

Photo credit: Courtesy of Reformation

Votare significa usare la propria voce per essere ascoltati, ed è l’aspetto più determinante della nostra democrazia”, parola di Monica Lewinsky che con la sua collaborazione col marchio di moda sostenibile Reformation quest’anno si è impegnata a spingere le persone, in particolare i più giovani, ad andare a votare. Come? Lanciando una campagna, intitolata  “You’ve Got the Power”,  legata a doppio filo alla  nuova collezione di abbigliamento  di Reformation che ha fatto una donazione a Vote.org offrendo il 100% del ricavato della sua nuova felpa che reclamizza il sopracitato claim. Bella, elegante, grande fascino, l’immagine di Monica oggi estremamente sofisticata, offusca il ricordo che tutti ancora abbiamo di quella ragazzina paffutella entrata alla Casa Bianca come stagista al servizio di Bill Clinton col quale poi iniziò una relazione sessuale, ritrovandosi al centro di uno scandalo planetario.

Ricordi del passato per lei, attivista e promotrice del cambiamento che da decenni sostiene che le donne debbano avere più potere e più muscoli ed essere determinate ad esprimere le loro preferenze, soprattutto in politica. “È piuttosto semplice: votare significa usare la nostra voce per essere ascoltati ed è l’aspetto più determinante e potente della democrazia. Votare è sempre importante, ma quest’anno la posta in gioco è particolarmente alta, con la frustrazione e l’apatia degli elettori che minacciano di avere un impatto significativo sull’affluenza alle urne”. 



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY