•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

rapper R. Kelly

Il processo è previsto per l’8 marzo, coincidenza vuole proprio il giorno della festa della donna. Ad essere finito nei guai il rapper R.Kelly,
pseudonimo di Robert Sylvester Kelly, cantante, compositore, rapper e produttore discografico statunitense, di musica R&B e Soul, celebre per brani come Bump & Grind, I Believe I Can Fly, Ignition e Trapped In The Closet, accusato di abusi sessuali nei confronti di quattro donne, tra cui una minorenne di 14 anni.

A incastrarlo un video consegnato alle autorità da Michael Avenatti, ex legale di Stormy Daniels, la porno star che sostiene di aver avuto una relazione sessuale con Donald Trump quando Melania era incinta. Nel video di circa 45 minuti si vede l’artista, ora 52enne, avere rapporti con la più piccola delle accusatrici che gli ripete più volte di essere minorenne.


Per ora quello che è certo è che il rapper sarà costretto a pagare una cauzione da un milione di dollari, mentre per il carcere, dove potrebbe scontare dai 3 ai 7 anni, occorre attendere il parere e la decisione del giudice . «E’ finita», ha detto Avenatti dopo la notizia della messa in stato di accusa. «Dopo quasi vent’anni di abusi da parte di R. Kelly. Non la farà franca ora».
 I suoi legali hanno ribadito dal canto loro come il loro assistito, nonostante si sia costituito, sia innocente.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!