EFFETTO TITANIC. LA VIKING SKY IN AVARIA AL LARGO DELLA NORVEGIA - WHAT-U

di Asbjørn Olsen

Sono oltre 300 finora i passeggeri, in prevalenza cittadini britannici e statunitensi, messi finora in salvo degli oltre 1.300 a bordo della nave da crociera Viking Sky, in avaria a largo della Norvegia (Helsinki). Lo rendono noto i soccorritori. Il Centro di coordinamento di salvataggio della Norvegia meridionale (Jrccsn) assicura che non vi è alcun pericolo per le persone ancora a bordo della nave e che il ponte aereo messo in atto potrà accoglierle tutte.
I soccorritori hanno aggiunto che le operazioni accelereranno appena ci sarà più luce e migliorerà il tempo. Alcuni testimoni tra i soccorsi, citati dalla Bbc, hanno descritto come “un’esperienza terrificante” il trasbordo in elicottero. Diciassette sono stati ricoverati in ospedale. Dopo il guasto di ieri pomeriggio, la nave ha riavviato tre dei suoi quattro motori e si sta dirigendo verso il porto più vicino con l’assistenza di rimorchiatori.

Progettata da architetti e ingegneri navali di grande esperienza, tra cui un team di interior design della Smc Design di Londra e dello studio Rottet di Los Angeles, la Viking Sky, è stata la terza di una serie di sei navi da crociera che la società armatrice Viking Ocean Cruises ha ordinato a Fincantieri, e che è stata consegnata all’armatore norvegese nel 2017. Con una stazza ci circa 47.800 tonnellate, 465 cabine e una capacità di accoglienza totale di oltre 1.400 persone, compreso l’equipaggio, la Vicking Sky è stata costruita secondo le più recenti normative in tema ambientale, visto che è stata dotata di motori ad alta efficienza energetica e un sistema di lavaggio dei gas di scarico e di navigazione e dei più moderni sistemi di sicurezza, compreso il Safe return to port.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!