[gtranslate] QUEEN ELIZABETH CERCA MANAGER SU INSTAGRAM - WHAT-U

Che la regina Elisabetta in barba ai suoi 92 anni, sia una donna al passo con i tempi e lungimirante nel cogliere le necessità future del regno non è certo una novità. Non è infatti una sorpresa il fatto che a tre mesi dal suo primo post su Instagram, celebrato il 7 marzo scorso, durante la visita allo Science Museum di Londra, quando sovrana ha condiviso con l’account @RoyalFamily una lettera inviata dal matematico del XIX secolo e pioniere dei computer, Charles Babbage, al marito della regina Vittoria, il principe Alberto, trisavolo di Elisabetta, e che in poche ore ha conquistato oltre 1,7 milioni di visualizzazioni, ora queen Elizabeth cerchi un addetto stampa, grande esperto di comunicazioni che segua gli affari di famiglia quotidiani sul Web. Una persona esperta, creativa, secondo la “descrizione del lavoro” pubblicata sul sito della famiglia reale britannica, che si occupi canali digitali di suscitare l’interesse per le attività svolte dagli Windsor su “tutti i nostri canali digitali con uno sguardo al futuro e alle nuove tecnologie”. Lo stipendio? 30.000 sterline l’anno, più pranzi gratuiti e 33 giorni di ferie l’anno. Non molto tenuto conto dell’impegno quotidiano, ma chi rinuncerebbe a un’occasione del genere anche per molto meno? Le nuove generazioni dei Windsor – Kate, William, Meghan e Harry – fanno un largo uso dei social, soprattutto di Instagram, e insieme contano quasi 30 milioni di follower.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY