[gtranslate] LEGGE SULL'ESTRADIZIONE "È MORTA" - WHAT-U

Carrie Lam, governatrice dell’ex protettorato britannico

La contestata legge sulle estradizioni verso la Cina da Hong Kong “è morta”. Lo ha detto in conferenza stampa la governatrice dell’ex protettorato britannico, Carrie Lam, dopo settimane di proteste di piazza.
    Lam ha escluso che il governo intenda riavviare il processo nel Consiglio legislativo: “Lo ripeto, non esiste un piano del genere – ha detto -, la legge è morta”. Nonostante queste rassicurazioni, tuttavia, le proteste di piazza continueranno fino al ritiro formale della legge: lo ha annunciato un importante gruppo dei manifestanti del Civil Human Rights Forum ossia del forum delle Nazioni Unite che è il più grande raduno annuale al mondo per le imprese e i diritti umani con oltre 2.000 partecipanti provenienti da governo, imprese, gruppi comunitari e società civile, studi legali, organizzazioni di investitori, organismi delle Nazioni Unite, istituzioni nazionali per i diritti umani, sindacati, università e media.

I partecipanti partecipano a tavole rotonde su argomenti che riguardano i principi guida su imprese e diritti umani, nonché gli attuali problemi relativi ai diritti umani legati alle imprese. Il Forum è l’evento più importante per mettere in rete, condividere esperienze e conoscere le ultime iniziative per promuovere il rispetto delle imprese per i diritti umani. Joshua Wong, uno dei principali attivisti contro la legge per l’estradizione, ha definito su Twitter le parole di Lam “un’altra ridicola bugia”.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY