[gtranslate] IN CRESCITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE, IN RIBASSO IL COMPARTO ENERGETICO - WHAT-U

di Emanuele Masi

L’ultimo report di Istat, che offre un’istantanea del mese di maggio, appena passato, evidenzia che la produzione industriale, dopo due mesi di cali, ha mostrato segnali di lieve crescita registrando un aumento dello 0,9% rispetto ad aprile, riportandosi sui livelli destagionalizzati di marzo. La crescita mensile di maggio si è estesa a tutti i settori, con l’esclusione dell’energia, ed è stata più accentuata per i beni strumentali che hanno registrato un aumento congiunturale dell’1,9%, mentre un più modesto incremento è stato rilevato per i beni di consumo (+0,9%) e i beni intermedi (+0,6%). Il comparto dell’energia ha invece registrato una flessione del 2,1%. I settori di attività economica che hanno registrato variazioni tendenziali positive sono le industrie alimentari, bevande e tabacco e le altre industrie (+2,8% per entrambi i settori), la fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+1,4%). Le flessioni più ampie invece hanno interessato le industrie tessili, di abbigliamento, pelli e accessori (-4,9%), l’industria del legno, della carta e della stampa (-3,7%) e la fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche e altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-3,1%).



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY