[gtranslate] USA, CAMERA APPROVA DISEGNO LEGGE PER LE VITTIME DELL'11 SETTEMBRE, LUIS HA VINTO LA SUA BATTAGLIA - WHAT-U

Luis Alvarez durante un’audizione al comitato giudiziario della Camera. ph: AP

Ieri la Camera Usa ha approvato con una maggioranza che ha sfiorato l’unanimità dei voti una proposta di legge che garantisce un fondo di indennizzo per le vittime degli attacchi dell’11 settembre. Finalmente il sogno di Luis Alvares, uno dei volti simbolo dopo il crollo delle Torri Gemelle, deceduto in seguito a complicazioni di una malattia che a suo dire quand’era in vita lo avrebbe colpito per avere lavorato nell’area insalubre degli attacchi nei tre mesi successivi, sta prendendo corpo. Ora tocca al Senato decidere. Il comico Jon Stewart ha criticato aspramente il Congresso per non aver agito prima. Stewart, un sostenitore di lunga data per gli intervistati dell’11 settembre, ha detto ai legislatori che stavano mostrando “mancanza di rispetto” ai primi soccorritori che ora soffrono di disturbi respiratori e altre malattie a seguito del loro lavoro di recupero della gente viva e deceduta nell’ex sito del World Trade Center a New York City. Stewart oggi ha detto venerdì che il reintegro del fondo per le vittime è “necessario, urgente e moralmente giusto”.

Il reintegro del fondo non risolverà i problemi di salute degli operatori addetti al soccorso e delle loro famiglie, ma eliminerebbe “un carico inutile di 15 anni posto dal loro stesso governo su di loro”, ha detto Stewart in una conferenza stampa del Campidoglio.

Nancy Pelosi, presidente della Camera Usa

Undici repubblicani e il rappresentante indipendente Justin Amash del Michigan si sono opposti al disegno di legge. Nessun democratico ha votato contro la misura. Il disegno di legge estenderebbe un fondo di indennizzo delle vittime creato dopo gli attacchi terroristici del 2001 fino al 2092, rendendolo sostanzialmente permanente. Il fondo da $ 7,4 miliardi si sta rapidamente esaurendo e gli amministratori hanno recentemente ridotto i sussidi fino al 70%.

L’ufficio del bilancio del Congresso ha dichiarato in una relazione questa settimana che il conto avrebbe comportato circa 10,2 miliardi di dollari in pagamenti compensativi aggiuntivi per 10 anni, compresi oltre 4 miliardi di dollari per richieste già presentate. Il disegno di legge richiederebbe che le vittime i cui pagamenti compensativi sono stati ridotti a causa del saldo decrescente del fondo vengano loro restituiti integralmente. Il conto è stato rinominato col nome di Alvarez, in suo onore e di altri “primi soccorritori”.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY