[gtranslate] TRUMP, ARRIVANO I SOLDI PER IL MURO. "YES WE CAN" - WHAT-U

ph. Getty Images

di Colin Antony Groves

Al presidente Donald Trump è stato dato il via libera per utilizzare $ 2,5 miliardi (£ 2 miliardi) di budget militare per costruire più di 100 miglia di muro al confine tra Stati Uniti e Messico. In precedenza un tribunale aveva stabilito che i soldi del Pentagono – il dipartimento degli Stati Uniti incaricato della sicurezza nazionale e le forze militari americane – non potevano essere usati sul muro. Ma la corte suprema degli Stati Uniti ha bloccato la sentenza regalando un’importante vittoria a Donald Trump. Il presidente ora potrà usare i fondi del Pentagono, circa 2,5 miliardi di dollari, per la costruzione di circa 160,9 chilometri di muro al confine tra il Messico e la California, l’Arizona e il New Mexico mentre la battaglia nei vari tribunali americani continua. Contrari al via libera solo quattro giudici liberal. Secondo la Corte Suprema il governo ha mostrato “sufficienti” prove sul fatto che non ci sono le basi per bloccare il trasferimento di fondi.

Nancy Pelosi, presidente della Camera degli Stati Uniti, ha dichiarato: “La sentenza della Corte Suprema di stasera che consente a Donald Trump di rubare fondi militari da spendere su un muro di frontiera dispendioso e inefficace, respinto dal Congresso è profondamente imperfetta. I nostri fondatori hanno progettato una democrazia governata dal popolo, non una monarchia. “L’American Civil Liberties Union (ACLU) ha promesso di chiedere una decisione accelerata dalla Corte d’Appello del Nono Circuito “per fermare il danno irreversibile e imminente dal muro di frontiera di Trump”. Gloria Smith, un avvocato del gruppo ambientalista Sierra Club, che ha fatto causa per bloccare i fondi ha dichiarato: “La decisione odierna di autorizzare l’utilizzo di fondi militari per la costruzione di mura di frontiera distruggerà comunità, terre pubbliche e acque in California, New Messico e Arizona”.

Trump aveva dichiarato l’emergenza all’inizio di quest’anno, dicendo che aveva bisogno di $ 6,7 miliardi per costruire il muro sottolineando che si trattava di una questione di sicurezza nazionale. Il costo di una barriera lungo le 2000 miglia (3.200 km) di confine era stato stimato in 23 miliardi di dollari. Il si arrivato dalla Corte Suprema è una grande vittoria ora per il presidente anche perché la costruzione di un muro di confine è stata una delle sue principali promesse elettorali durante le Elezioni presidenziali 2016. Trump ha da sempre sostenuto che un nuovo muro avrebbe potuto frenare l’immigrazione clandestina, che alimenta il crimine e mette a dura prova l’economia. E pochi minuti dopo l’approvazione ha scritto su Twitter: “Wow! Una grande vittoria sul muro e per la sicurezza al confine”. Il presidente lo scorso febbraio aveva dichiarato l’emergenza nazionale al confine con il Messico dopo due mesi di battaglia con il Congresso, che si sono tradotti nello shutdown più lungo della storia americana.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY