•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’immunologo Anthony Fauci, direttore dell’istituto statunitense National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Foto AP / Alex Brandon)

di Colin Anthony Groves

Anthony Fauci, immunologo di fama mondiale, direttore dell’istituto statunitense National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie infettive) oggi parlando alla CNN dei contagi di Covid19 negli Usa ha detto: “Avremo milioni di casi”. 

Deborah Birx, la dottoressa a capo della task force del coronavirus della Casa Bianca, ha detto alla NBC.: “Nessuno stato, nessuna area metropolitana, sarà risparmiato”.

Il presidente Usa Donald Trump aveva previsto una “riapertura” dell’economia americana entro Pasqua, per la precisione entro il 12 aprile, ma in questi giorni il team di medici esperti Covid19 della Casa Bianca lo hanno avvertito che sarebbe stato troppo presto farlo nelle aree urbane fortemente colpite dal virus. La Presidente della Camera Nancy Pelosi ha suggerito che Trump non dovrebbe essere così rapido a invertire le linee guida sul distanziamento sociale, affermando che devono essere messi in atto ulteriori test per determinare se le aree che attualmente mostrano un minor numero di infezioni sono veramente a minor rischio. Pelosi poi ha aggiunto che Trump ha ridotto al minimo la gravità della pandemia per settimane e quell’atteggiamento è costato la vita agli americani. Joe Biden, il più probabile candidato presidenziale democratico, ha detto che Trump “Dovrebbe smettere di pensare ad alta voce e iniziare a pensare profondamente”. Nel frattempo, i governatori di altri hotspot in tutto il paese hanno lanciato l’allarme che la diffusione del virus stava minacciando i loro sistemi sanitari. Nel frattempo molti governatori hanno detto di non avere i mezzi per supportare situazioni eccessivamente critiche. “Entro la fine della prima settimana di aprile, pensiamo che il primo vero problema saranno i ventilatori”, ha detto su ABC, il governatore della Louisiana, John Bel Edwards, prevedendo che verso i primi di aprile non ci saranno abbastanza ventilatori per tutti visto che ad oggi ce ne sono disponibili solo 192.

Le contee non colpite dal Coronavirus sono perlopiù rurali, povere

Mentre il Coronavirus imperversa negli Stati Uniti, principalmente nelle grandi aree urbane, oltre un terzo delle contee statunitensi, quelle perlopiù in quelle rurali e povere non si è ancora registrato un solo caso.

I dati raccolti dalla Johns Hopkins University mostrano che 1.297 su 3.142 contee a livello nazionale non hanno registrato casi confermati di COVID-19 per la precisione nelle aree rurali – dalle comunità prevalentemente bianche negli Appalachi, la catena montuosa situata nella parte orientale del America del Nord e nelle Grandi Pianure fino alla maggior parte dei tratti ispanici e nativi americani del sud-ovest americano – che generalmente hanno meno contatti quotidiani tra le persone che possono aiutare a trasmettere il virus .


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!