•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il noto fotografo newyorkese
Peter Beard
(ph. Instagram)

È stato trovato in un bosco, oramai senza vita, il corpo del noto fotografo americano Peter Beard. Nato a New York e cresciuto nella East Coast, Beard iniziò a sviluppare la propria passione nei confronti della fotografia ed a tenere dei diari già durante l’infanzia. Dal 1957 al 1961 studia storia dell’arte all’Università di Yale e proprio nel 1961 conosce in Danimarca Karen Blixen (N.d.R. autrice, tra l’altro, di ‘La mia Africa’) con la quale collabora fino al 1962, trasferendosi a vivere nell’Hog Ranch in Kenya, ranch vicino a quello della scrittrice, dove ospita artisti, scrittori famosi, vip della moda ed ecologi.

Durante questo periodo Beard studia la fauna africana e nel 1965 pubblica il libro ‘The End of the Game’, una raccolta di fotografie, testi, documenti, che documentano la scomparsa degli elefanti in Kenya. Negli anni settanta collabora con Andy WarholFrancis Bacon e Truman Capote, e nel 1975 organizza la sua prima mostra fotografica presso la Blum Helman Gallery di New York, a cui segue un’alta mostra, ancora più importante, nel 1977 presso l’International Center of Photography di New York, in cui vengono messe in esposizione fotografie, giornali, oggetti africani e cimeli personali. Nel 1978 partecipa ad alcuni documentari per il programma dell’ABC ‘The American Sportsman’. Nel 1996 viene aggredito e gravemente ferito da un elefante, ma è sopravvive. Nello stesso viene organizzata una retrospettiva del suo lavoro presso il Centre National de la Photographie di Parigi, a cui ne seguono altre a Berlino, Londra, Toronto, Madrid, Milano, Tokyo e Vienna. Nel 2004 scrive un libro per bambini, dedicato alla figlia, Zara: ‘Zara’s Tales: From Hog Ranch‘. E nel 2009, viene scelto come fotografo per gli scatti del calendario Pirelli in Botswana. D’altra parte chi se non lui poteva scattare delle foto in un luogo così tanto familiare. Negli anni il valore dei suoi scatti è salito alle stelle: nel 2017 “Orphaned Cheetah Cubs, Kenya, March 1968” è stata battuta per oltre 672 mila dollari da Christie’s. La sua scomparsa risale al 31 marzo, giorno in cui si è allontanato, dalla sua tenuta. sulle scogliere di Montauk a Long Island, facendo perdere le sue tracce. Poi la triste scoperta.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!