ADDIO LITTLE RICHARD!


Little Richard, nome d’arte di Richard Wayne Penniman rinomato un cantautore e pianista statunitense è morto all’età di 87 anni. Chiamato anche The Original King of Rock and Roll (“Il vero re del Rock and Roll”), è stato una figura di grande influenza sulla storia della musica e sulla cultura popolare del XX secolo, i suoi lavori più celebrati appartengono soprattutto agli anni cinquanta, periodo in cui, grazie a un sound ritmato e veloce unito a una interpretazione vocale innovativa e a un look decadente, fu uno dei musicisti che aiutarono il genere del rock and roll a nascere e a diffondersi, diventando uno dei primi rockers a impersonare lo stile trasgressivo e oltraggioso del genere. La sua musica ha avuto un profondo impatto su generi come il soul e il funk e influenzò numerosi cantanti e musicisti dall’epoca rock al rap. Tanti i riconoscimenti ricevuti. A partire dall’inserimento nella Rock and Roll Hall of Fame e nella Songwriters Hall of Fame. La sua canzone ‘Tutti Frutti‘ nel 2010 venne inserita nella Biblioteca del Congresso per il suo “sound ritmato e irresistibile. Il pastore Bill Minson, un caro amico di Little Richard, ha detto all’Associated Press che Little Richard è morto sabato mattina. Anche suo figlio, Danny Jones Penniman, ha confermato la morte di suo padre. Bill Sobel, avvocato di Little Richard per più di tre decenni, in una e-mail ha riferito all’AP che il musicista è morto dopo una lunga malattia in una casa di famiglia a Tullahoma, nel Tennessee. “Non era solo un musicista iconico e leggendario, ma era anche un essere umano gentile, empatico e perspicace”, ha detto Sobel. Nato da Richard Penniman, Little Richard è stato uno dei padri fondatori del rock ‘n’ roll e nella sua vita ha venduto oltre 30 milioni di dischi in tutto il mondo e la sua influenza su altri musicisti è stata altrettanto sbalorditiva, dai Beatles e Otis Redding a Creedence Clearwater Revival e David Bowie. Mick Jagger ha definito Little Richard “la più grande ispirazione dei miei primi anni dell’adolescenza” in un post sui social media di sabato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!