BIONTECH SBARCA IN AFRICA PER PRODURRE I SUOI VACCINI ANTI COVID


foto IPP/imagostock

La società tedesca BioNTech, che ha sviluppato il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19,  sbarca in Africa per costruire in Senegal e in Ruanda le sue prime fabbriche per produrre vaccini con RNA messaggero. Lo ha comunicato oggi con una nota, precisando che ci sta lavorando con l’Institut Pasteur di Dakar, la capitale del Senegal e il governo ruandese. BioNTech aveva già pianificato un accordo ad agosto per mettere le basi in Africa con l’obiettivo di puntare in alto.  

“Strutture all’avanguardia come questa saranno salvavita e cambieranno le regole del gioco per l’Africa e potrebbero portare a milioni di vaccini all’avanguardia realizzati per gli africani, dagli africani in Africa”, ha affermato Matshidiso Moeti, il World Health Direttore regionale dell’organizzazione per l’Africa. “Questo è anche fondamentale per trasferire conoscenze e know-how, creare nuovi posti di lavoro e competenze e, in definitiva, rafforzare la sicurezza sanitaria dell’Africa”.

Ugur Sahin, co-fondatore e CEO di BioNTech, ha affermato che il suo obiettivo ora è “sviluppare vaccini nell’Unione africana e stabilire capacità di produzione di vaccini sostenibili per migliorare congiuntamente le cure mediche in Africa”.

Il nuovo processo dell’mRNA utilizza il codice genetico per la proteina spike del coronavirus e si pensa che inneschi una risposta immunitaria migliore rispetto ai vaccini tradizionali. Gli scienziati sperano che la tecnologia, che è più facile da ampliare rispetto ai tradizionali metodi vaccinali, alla fine possa essere utilizzata per realizzare vaccini contro altre malattie, inclusa la malaria.

BioNTech ha affermato che la struttura in Africa alla fine produrrà circa 50 milioni di dosi del vaccino all’anno, un obiettivo con prospettive solo di aumentare.

BioNTech ha anche affermato di essere in trattative per espandere la sua partnership con il produttore di vaccini sudafricano Biovac , che ha sede a Cape Town. Biovac assemblerà il vaccino utilizzando gli ingredienti forniti da BioNTech, un processo chiamato riempimento e finitura. Questa produzione inizierà nel 2022 con l’obiettivo di raggiungere più di 100 milioni di dosi finite all’anno.

L’annuncio di BioNTech è stato criticato da Rohit Malpani, un consulente indipendente di sanità pubblica a Parigi, che in precedenza ha lavorato per Medici senza frontiere, riporta AP.

 “Niente avrebbe dovuto impedire a BioNTech di farlo un anno fa, quando stavano costruendo fabbriche negli Stati Uniti e in Germania”, ha detto Malpani. Il fatto che si siano seduti con le mani in mano e abbiano permesso a questo vaccino dell’apartheid di proliferare e che abbiano lasciato milioni di persone senza vaccini dimostra che non possiamo fidarci di queste aziende”.

Malpani ha precisato che l’accordo prevede la produzione del vaccino su licenza di BioNTech. “Questo potrebbe espandere la produzione, ma il controllo sui vaccini è ancora in ultima analisi nelle mani di BioNTech”, ha affermato. “Quando arriveranno questi vaccini, sarà troppo tardi per milioni di persone. Ciò non garantisce che i paesi avranno accesso ai vaccini o che saranno in grado di rispondere meglio alle future pandemie”.

A luglio, il Senegal aveva annunciato che l’Institut Pasteur avrebbe gestito un nuovo centro di produzione per produrre vaccini anche per COVID-19. L’hub dovrebbe costare 200 milioni di dollari e dovrebbe essere finanziato in parte con fondi di governi e istituzioni europei e statunitensi. Questi centri di produzione di vaccini in Africa contribuiranno a ridurre la sua dipendenza dalle importazioni, poiché il continente attualmente fa affidamento sulle importazioni per circa il 99% del suo fabbisogno di vaccini, secondo l’OMS. L’Africa e i suoi 1,3 miliardi di persone rimangono la regione meno vaccinata del mondo contro il COVID-19, con poco più del 5% completamente vaccinato, secondo i Centri africani per il controllo e la prevenzione delle malattie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!