PAPA FRANCESCO VUOLE VISITARE RUSSIA E UCRAINA ENTRO LA FINE DI LUGLIO - WHAT-U

Papa Francesco

Papa Francesco spera di visitare la Russia e l’Ucraina dopo il ritorno dal Canada entro la fine del mese, come ha affermato lui stesso in un’intervista a Reuters.

Reuters sottolinea che “nessun papa ha mai visitato Mosca” e la posizione di papa Francesco sul conflitto ucraino complica la situazione. “Quando il Papa ha chiesto per la prima volta di fare questo un viaggio diversi mesi fa, Mosca aveva risposto che non era il momento giusto”. 

In questi giorni però l pontefice “ha lasciato intendere che qualcosa ora potrebbe essere cambiato”.

Vorrei andare (in Ucraina) e prima volevo andare a Mosca. Ci siamo scambiati messaggi su questo perché pensavo che se il presidente russo mi avesse dato una piccola finestra per servire la causa della pace… E ora è possibile, dopo il mio ritorno dal Canada, è possibile che riesca ad andare in Ucraina”,ha osservato, aggiungendo: “La prima cosa è andare in Russia per cercare di aiutare in qualche modo, ma mi piacerebbe andare in entrambe le capitali”.

Finlandia e Svezia completano i colloqui di adesione alla NATO, i protocolli di adesione saranno firmati martedì

La Finlandia e la Svezia oggi hanno iniziato e completato a Bruxelles i colloqui per finalizzare adesione alla NATO. I protocolli di adesione dovrebbero essere firmati domani ​​5 luglio presso il quartier generale dell’organizzazione internazionale. “La ratifica sarà effettuata in entrambi i Paesi secondo le loro procedure nazionali”, si legge in una nota diramata dalla NATO.

Il 18 maggio Finlandia e Svezia avevano chiesto di aderire alla NATO. Avrebbero dovuto ricevere un invito a partecipare al vertice del blocco di Madrid, ma il veto della Turchia ha bloccato il processo. Il 28 giugno, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il presidente finlandese Sauli Niinisto, il primo ministro svedese Magdalena Andersson e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg si sono incontrati a Madrid per parlarne. Di conseguenza, la Turchia ha revocato il suo veto e successivamente le tre parti hanno firmato un memorandum che ha aperto di fatto la strada all’adesione di Svezia e Finlandia alla NATO.

In cambio è stato revocato il divieto di vendita di armi ad Ankara e le parti hanno promesso di combattere il terrorismo. L’ufficio di Erdogan ha detto alla TASS che la Turchia considera il documento firmato come un risultato raggiunto da Svezia e Finlandia che consentirà loro di aderire all’alleanza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!