[gtranslate] A TUPELO, LA CASA DI ELVIS HA FATTO IL BOOM DI VISITATORI - WHAT-U

La casa dove è nato Elvis Presley
(Adam Robison/The Northeast Mississippi Daily Journal via AP)

Sabato mattina 13 agosto migliaia di fan di Elvis Presley si sono recati a Tupelo, il luogo di nascita e ora museo dedicato alla star per celebrare il 45° anniversario della sua morte e per partecipare agli eventi programmati nel corso della Settimana di Elvis, la celebrazione annuale dedicata alla sua vita e alla sua carriera. Il momento clou di questo massiccio incontro è stata la veglia a lume di candela iniziata lunedì e terminata martedì, nella villa di Graceland, dove il musicista morì il 16 agosto 1977.

Tupelo si trova a circa 94 miglia (151 chilometri) a sud-est di Graceland e qui “arrivano fan da tutto il mondo”, ha detto Turner.

Roy Turner che ha preso il posto del precedente direttore esecutivo Dick Guyton quando è andato in pensione, dice che ora il suo obiettivo principale è quello di aumentare sempre di più il numero delle visite che seppur notevole quest’anno, a causa della pandemia avevano subito una battuta di arresto.   

“Il primo aprile il numero di visitatori è cresciuto con incrementi costanti, e poi quando è uscito il film su Elvis il numero dei visitatori è aumentato incredibilmente”, ha aggiunto Turner. Il film, diretto da Baz Luhrmann,  titolato con il nome della star mondiale del rock and roll e del  rockabilly  ossia Elvis, è stato un successo mondiale. 

Prima della pandemia, il sito contava circa 60.000 visitatori all’anno

“Abbiamo visto molti giovani mostrare interesse per Elvis”, ha concluso il direttore. “E un’altra cosa interessante è che ci sono anche più visitatori afroamericani, perché il film ha raccontato di più sul legame di Elvis con la comunità afroamericana”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY