[gtranslate] E TU CONOSCI IL TUO LIVELLO DI STRESS? - WHAT-U

E TU SAI QUAL È IL LIVELLO DEL TUO STRESS?

Quante volte ci capita di iniziare la giornata lavorativa senza un minimo di energia e diamo la colpa allo stress del giorno prima, o magari quello accumulato addirittura la settimana precedente al lavoro per un cumulo di impegni extra, per delle scadenze improrogabili oppure per colpa di un capo diventato all’improvviso troppo esigente? Insomma tutti sanno cos’è lo stress da lavoro, ma pochi sanno come misurarlo e soprattutto come gestirlo. L’Istituto promozione lavoratori (Ipl) di Bolzano ha sviluppato lo “Stressometro” per fare scoprire a tutti il proprio livello di esaurimento, logorìo, sovraffaticamento da superlavoro. Basta rispondere alle domande di un questionario online, completamente anonimo, che si rivolge sia ai lavoratori dipendenti sia agli autonomi, che può essere compilato in pochi minuti, per saperlo.

“Lo Stressometro – spiega il presidente Ipl Dieter Mayr – misura il livello personale di stress in sei ambiti lavorativi confrontandolo con i risultati dell’indagine europea sulle condizioni di lavoro Ewcs”. Dopo aver compilato il questionario online appare il risultato in relazione sia al rispettivo settore di appartenenza che quello complessivo ed è visibile in forma di semaforo: verde significa “fuori pericolo”, arancione “attenzione” e rosso “bisogna intervenire”. Attraverso dei brevi video lo “Stressometro” dà anche dei consigli per migliorare il proprio rapporto con lo stress sul lavoro. Vuoi provarci? Per iniziare il test basta solo cliccare sulla parola “stressometro” scritta in questo articolo. In questo modo conoscerai il tuo grado di sovraffaticamento, tensione e ansia in maniera completamente anonima.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY