REGNO UNITO MULTE SALATE PER CHI NON RISPETTA LE NUOVE REGOLE ANTI-COVID-19


Il primo ministro britannico Boris Johnson
(ph. Reuters)

di Matt Collins

Servono misure restrittive e più severe per limitare l’aumento dei contagi nel Regno Unito. Questa la linea decisa dal primo ministro Boris Johnson dopo avere letto che i tassi di infezione da Covid in Inghilterra sono aumentati vertiginosamente. La scorsa settimana la percentuale era 12,5 su 100.000 la scorsa settimana, questa settimana la percentuale è salita a 19,7.

Mentre prima si ammalavano prettamente le persone anziane ora i contagi sono molto diffusi tra i giovani dai 17 anni in avanti. In particolare per quelli di età compresa tra i 17 e i 18 anni si attesta a un incredibile 48,1 per 100.000.

Tra i 19 ei 21 anni è ancora più alto a 54,5 anni, mentre tra i 20 ei 29 anni è 41,6 ogni 100.000, scrive The Sun. Ma non è più alto tra i bambini in età scolare.

Nella sua prima conferenza stampa di luglio, il Primo Ministro britannico ha annunciato misure per aumentare l’applicazione delle regole severe per assicurarsi che tutti le seguano, altrimenti lo scotto sarà quello di essere costretti a pagare multe salate, da 100 a 1.000 sterline.

La colpa dei più giovani quella di non rispettare le regole di distanziamento

E gli esperti medici hanno avvertito che un secondo picco di Coronavirus è stato alimentato dai giovani che non hanno rispettato le regole sull’allontanamento sociale e l’igiene. Johnson ha detto che spera che “di normalizzare la situazione” entro Natale con i piani del governo che prevedono di lanciare test di massa nelle prossime settimane e mesi. Gli esperti prevedono tempi più lunghi non i tre previsti dal premier, ma almeno sei.

Ma gli scienziati del governo temono che le regole rimarranno probabilmente per almeno tre mesi e potrebbero essere in vigore per sei.

Le nuove regole del Governo Britannico
  • I gruppi di più di sei persone sono banditi e chiunque disobbedisce dovrà pagare una multa minima di £ 100
  • I frequentatori di pub e di ristoranti saranno obbligati a fornire i loro dati personali quando usciranno da un locale in funzione dell’introduzione del controlli di track and trace
  • È stato implementato l’esercito di ispettori per la salute e la sicurezza il cui compito è quello di evitare assembramenti in contrasto le norme di sicurezza
  • I confini della Gran Bretagna saranno rafforzati con nuovi piani per costringere le compagnie aeree ad assicurarsi che tutti compilino nuovi moduli per i passeggeri, lasciando ai funzionari più tempo per controllare se le persone sono in quarantena
  • Previste restrizioni per gli orari di chiusura dei locali che restano aperti la sera
Da sinistra, Chris Whitty, fisico ed epidemiologo del Medical Officer for England, Chief Medical Adviser per il governo britannico, Chief Scientific Adviser presso il Dipartimento di salute e assistenza sociale, il primo ministro britannico Boris Johnson, e al suo fianco, Sir Patrick John Thompson Vallance, un medico, scienziato e farmacologo clinico britannico che ha lavorato sia in ambito accademico sia industriale, e che precedentemente ha coperto il ruolo di Chief Scientific Adviser presso il governo del Regno Unito (ph. AP)
Scuole

Divieto di assembramenti a scuola anche fra i bambini che potranno riunirsi in gruppi non superiori a 6 persone.

Lavoro

Non si capisce con quale logica, ma le riunioni di lavoro sono esenti da restrizioni. Il ministro della Sanità Matt Hancock ha affermato che il motivo per cui il lavoro e l’istruzione sono stati esentati era perché “il Regno Unito deve superare questo Coronavirus con il minimo impatto”. Aggiungendo: “Ma significa che quando si tratta di socializzare, dobbiamo purtroppo mettere in atto queste regole perché il nostro sistema di tracciamento dei contatti – che ora è eccellente – mostra che la maggior parte della trasmissione di questa malattia avviene in circostanze sociali”.

Matrimoni

I matrimoni possono svolgersi con un limite di un massimo di 30 persone in un luogo che segue le linee guida Covid-19, il che significa che non poi non è possibile fare alcun ricevimento in una casa o in un giardino.

Le cerimonie matrimoniali dovrebbero durare meno.

Il premier si è scusato per aver dovuto prendere tali misure e ha detto che “mi spezza il cuore” dover impedire alle famiglie di vedersi”. Aggiungendo: “Vorrei che non dovessimo fare questo passo. Ma come vostro Primo Ministro, devo fare ciò che è necessario per fermare la diffusione del virus e salvare vite umane”.

Sulla durata delle restrizioni Johnson non si è pronunciato precisando solo che resteranno in vigore “per tutto il tempo necessario”, il che significa che a Natale le famiglie non potranno invitare alcun parente a casa loro

Johnson ha annunciato anche un’altra novità importante: nelle prossime settimane verranno sperimentati a Salford, una piccola cittadina abitata da 72.750 abitanti, nella contea della Greater Manchester, in Inghilterra, i test rapidi, soprannominati Operazione Moonshot, che in grado di fornire risultati in soli 20 minuti, che “porteranno a vite più normaali senza la necessità di allontanamento sociale.

“Bisogna evitare un secondo blocco nazionale”, ha dichiarato Boris.

Chris Whitty, il più importante consigliere sanitario del governo di Londra (England’s chief medical officer), ha presentato una serie di grafici che mostrano la grave situazione in cui versa il Regno Unito.

Gli studi degli scienziati del Lancet

La rivista Lancet ha lanciato una nuova Commissione chiamata ‘Lancet Covid-19’, che sarà guidata dallo zoologo britannico Peter Daszak il cui compito sarà quello “offrire soluzioni pratiche” e formulare raccomandazioni per combattere il Covid-19, per evitare che si ripeta.

I funzionari hanno anche promesso di “esaminare sistematicamente ogni teoria” su come è iniziato il virus, comprese le teorie secondo cui potrebbe essere trapelato da un laboratorio di Wuhan.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!