[gtranslate] ISTAT SBARCA SU RAIDUE PER RACCONTARE IL PAESE CON LA STATISTICA - WHAT-U

Il 16 novembre su Rai2 andrà in seconda serata la prima puntata di Data Comedy Show, il programma promosso da Istat per raccontare la statistica con un nuovo format tv. Il progetto nasce da una collaborazione tra ISTAT, Rai2 e Verve Media Company con l’intento di parlare di dati statistici al grande pubblico in modo innovativo e divertente, sperimentando nuove modalità di comunicazione per avvicinare i cittadini e i non addetti ai lavori alla statistica ufficiale senza rinunciare alla qualità dell’informazione.

Il panel show comico prevede otto puntate nelle quali il nostro Paese viene raccontato attraverso le statistiche ufficiali prodotte dall’Istat utilizzando soprattutto il grande patrimonio informativo dei Censimenti permanenti. Con il Data Comedy Show l’Istituto Nazionale di Statistica lancia un importante messaggio: dimostrare come un programma di intrattenimento possa divertire con dati e numeri prodotti in modo scientifico e serio e non ricorrendo ad informazioni falsate e a fake news.

Nello Show condotto da Francesco De Carlo, i dati statistici saranno il leitmotiv di spassosi round, giochi e improvvisazioni. Nel corso delle puntate un pool di “datisti”, capitanati da Francesco Lancia, dalla postazione web fornirà spiegazioni e approfondimenti, mentre due squadre, ciascuna formata da due comici, si sfideranno per indovinare i dati reali. Tra istogrammi, grafici e percentuali vari indizi guideranno i concorrenti e il pubblico live e a casa verso la soluzione giocando su equivoci ed esilaranti malintesi.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY