[gtranslate] CHARLÈNE, VIA DA MONACO, IL SUO ACCOUNT INSTAGRAM È IRRAGGIUNGIBILE E ORA SI IPOTIZZA UNA FUGA IN SVIZZERA - WHAT-U

L’account Instagram personale della principessa Charlene di Monaco @hshprincesscharlene da venerdì pomeriggio è misteriosamente scomparso da Instagram. Il collegamento diretto porta ancora gli utenti alla pagina, ma poi il messaggio che si legge è questo: “Siamo spiacenti, questa pagina non è disponibile”. Secondo i rumors  in corso la principessa avrebbe lasciato il marito,  il principe Alberto, per trasferirsi in Svizzera sempre a causa dell’insofferenza di Charlène nei confronti . Una notizia clamorosa che se venisse ufficializzata sarebbe l’ennesima batosta per il povero Alberto, cui la vita, a parte i suoi meravigliosi figli, i gemelli di 8 anni che condivide con Charlene, il principe ereditario Jacques e la principessa Gabriella, e altri due avuti da altre relazioni, sembra avergli riservato un cammino rigorosamente in salita. Dal principato non arrivano né conferme né smentite come è ovvio che sia. L’unica nota positiva è che la pagina di beneficenza – la Fondation Princesse Charlène de Monaco della principessa dedicata ad aiutare i bambini a imparare a nuotare – è ancora attiva.

Secondo diversi rapporti, l’ex nuotatrice ha trascorso l’estate con il marito e i gemelli su uno yacht, ma non è riuscita a tornare a casa. Il quotidiano francese Voici parla  di Charlène e Alberto come di una “coppia cerimoniale”. Un altro informatore  ha detto al quotidiano tedesco Bild  che i due “si prendono cura dei loro bambini a turno”.

Secondo quanto riferito, Charlène vede suo marito solo su “appuntamento” e i due pare vivano vite separate anche se le voci sulla rottura, sono state definite  “totalmente infondate”. I più attenti hanno notato che già dallo scorso marzo la principessa non aveva più la fede nuziale al dito. Alberto già in passato ha difeso il suo matrimonio nel 2021 quando Charlène era i in Sud Africa, dove la principessa ha sofferto di una grave malattia ed è quasi morta dopo aver subito diversi interventi chirurgici e aver perso peso. Il suo ritorno nel Principato, a novembre del 2021, sembrava avere aver chiuso la porta a qualsiasi rumors. Ma poi Charlène ha dovuto rifare i conti con la principessa Caroline, sorella di Alberto con la quale pare abbia un pessimo rapporto e la sua gelosia col movimentato passato sentimentale del marito e quindi i rapporti a Palazzo sono diventati di nuovo tesi. A gennaio 2022 Paris Ici, scrisse: “Charlène di Monaco pare aver perso interesse per la vita. Sembra triste e indebolita. Nessuno sa quali siano le cause della sua tristezza” e della sua “profonda prostrazione”. In realtà nessuno può garantire che questa melanconia, mai confermata, non sia una conseguenza psicologica dell’infezione otorinolaringoiatrica. Ora però qualche indizio in più ce l’abbiamo. A gettare ombre sul ritorno di Charlène a Palazzo si sono aggiunte anche le parole di fonti anonime che ha detto: “[Charlène] non tornerà a Monaco. Vuole trasferirsi in Svizzera con i figli…”. Come aveva già scritto Voici quando lei era ancora bloccata in Sud Africa. Che cosa accadrà nelle prossime settimane resta un rebus per tutti. Probabilmente anche per l’amata principessa triste.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY