[gtranslate] ISRAELE NON SI FERMA LA GUERRIGLIA, MELONI INCONTRA NETANYAHU - WHAT-U

Aerei da guerra israeliani hanno colpito obiettivi in ​​tutta Gaza durante la notte e fino stamattina, così come due aeroporti in Siria e una moschea nella Cisgiordania occupata e presumibilmente utilizzata dai militanti. Israele da giorni ripete i suoi appelli invitando le persone a lasciare il nord di Gaza, anche lanciando volantini dall’alto. Si stima che circa 700.000 persone siano già fuggite, ma ne restano centinaia di migliaia. Ciò aumenterebbe il rischio di vittime civili di massa in qualsiasi offensiva di terra, scrive AP. Funzionari militari israeliani affermano che le infrastrutture di Hamas e il sistema di tunnel sotterranei sono concentrati nella città di Gaza, nel nord, e che la prossima fase dell’offensiva includerà lì una forza senza precedenti. Israele dice di voler schiacciare Hamas, ma i funzionari hanno anche parlato di creare una possibile zona cuscinetto per impedire ai palestinesi di avvicinarsi al confine. ieri, 20 camion di aiuti sono stati autorizzati ad entrare a Gaza dall’Egitto attraverso il valico di Rafah, la prima volta che qualcosa è entrato nel territorio da quando Israele ha un assedio completo due settimane fa. Gli operatori umanitari hanno affermato che è ancora troppo poco per affrontare la spirale di crisi umanitaria a Gaza, dove metà dei 2,3 milioni di persone del territorio hanno abbandonato le proprie case. Ma è sempre meglio di niente. L’esercito israeliano ha affermato che la situazione umanitaria è “sotto controllo”, poiché l’OCHA, l’Ufficio per gli affari umanitari è un ufficio delle Nazioni Unite, ha chiesto l’ingresso di 100 camion al giorno. Gli ospedali pieni di pazienti e sfollati stanno esaurendo le scorte mediche e il carburante per i generatori, costringendo i medici a eseguire interventi chirurgici con aghi da cucito, utilizzando l’aceto come disinfettante e senza anestesia.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che almeno 130 bambini prematuri corrono un “grave rischio” a causa della carenza di carburante per i generatori. Sette ospedali nel nord di Gaza sono stati costretti a chiudere a causa dei danni causati dagli scioperi, dalla mancanza di energia elettrica e rifornimenti o dagli ordini di evacuazione israeliani. L’esercito israeliano ha detto che sta colpendo membri e installazioni di Hamas, ma non ha preso di mira i civili. I militanti palestinesi hanno lanciato oltre 7.000 razzi contro Israele, secondo i militari, e Hamas afferma di aver preso di mira Tel Aviv domenica mattina presto. L’esercito israeliano ha detto di voler intensificare gli attacchi aerei in vista delle “prossime fasi della guerra”, senza fornire ulteriori dettagli. Più di 1.400 persone in Israele sono state uccise nella guerra – per lo più civili uccisi durante l’attacco iniziale di Hamas. Almeno 212 persone sono state catturate e trascinate di nuovo a Gaza, tra cui uomini, donne, bambini e anziani. Due americani sono stati rilasciati venerdì in quello che Hamas ha definito un gesto umanitario. Secondo il Ministero della Sanità guidato da Hamas, a Gaza sono state uccise più di 4.300 persone. I media statali siriani nel frattempo hanno riferito che attacchi aerei israeliani hanno preso di mira gli aeroporti internazionali della capitale, Damasco, e la città settentrionale di Aleppo. Si dice che gli attacchi abbiano ucciso una persona e danneggiato le piste, mettendole fuori servizio. Nella Cisgiordania occupata da Israele , dozzine di palestinesi sono stati uccisi in scontri con le truppe israeliane, raid di arresti e attacchi di coloni ebrei. Le forze israeliane hanno chiuso i valichi nel territorio e i posti di blocco tra le città, misure che secondo loro mirano a prevenire gli attacchi. Israele afferma di aver arrestato più di 700 palestinesi dal 7 ottobre, inclusi 480 sospetti membri di Hamas. L’Autorità Palestinese, riconosciuta a livello internazionale, amministra parti della Cisgiordania e collabora con Israele in materia di sicurezza, ma è profondamente impopolare ed è stat l’obiettivo di violente proteste palestinesi. Secondo il Ministero della Sanità palestinese, le forze israeliane hanno ucciso almeno cinque persone domenica mattina presto in Cisgiordania. Due persone sono state uccise in un attacco aereo contro una moschea nella città di Jenin, che nell’ultimo anno ha visto pesanti scontri a fuoco tra militanti palestinesi e truppe israeliane. A seguito della partecipazione al Vertice per la Pace del Cairo, il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, si è recato in Israele per portare un messaggio di solidarietà e vicinanza dell’Italia dopo il tragico attentato terroristico di Hamas contro civili inermi lo scorso 7 ottobre. Il colloquio con il Primo Ministro, Benjamin Netanyahu, è stato un’occasione per avere un aggiornamento sulla situazione e fare il punto alla luce della Conferenza del Cairo. Il Presidente del Consiglio, nel ribadire il pieno diritto di Israele a difendersi secondo il diritto internazionale e a vivere in pace, ha sottolineato l’importanza di garantire l’accesso umanitario a Gaza e una prospettiva di pace per la regione. La guerriglia ora però rischia di allargarsi su altri fronti.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY