[gtranslate] NON C'È PACE PER KATE (MIDDLETON), ORA È CACCIA A CHI HA CERCATO DI LEGGERE INFORMAZIONI PERSONALI SULLE SUE CARTELLE CLINICHE DURANTE IL SUO RECENTE RICOVERO - WHAT-U

Il 2024 per Kate Middleton non è nato sotto una buona stella.  Durante il suo ricovero presso la London Clinic nel centro di Londra avvenuto il 16 gennaio, alcuni membri del personale del nosocomio, non ancora identificati, pare abbiano tentato di leggere le sue cartelle cliniche private. La conferma è arrivata anche dal The Mirror, che ha riportato che almeno un membro dello staff ha tentato di accedere agli appunti della principessa del Galles mentre era ricoverata ha riferito il Mirror. I dettagli sulle condizioni di Kate non sono stati divulgati e Kensington Palace aveva precedentemente affermato che non era correlato al cancro e che la principessa desiderava che le sue informazioni mediche personali rimanessero private.

L’organismo di vigilanza sulla privacy e sulla protezione dei dati del Regno Unito ha dichiarato di aver ricevuto una segnalazione di violazione. Un portavoce dell’Information Commissioner’s Office (ICO) ha dichiarato martedì: “Possiamo confermare di aver ricevuto una segnalazione di violazione e stiamo valutando le informazioni fornite”. Kensington Palace facendo dichiarato: “Questa è una questione che riguarda la London Clinic”.



Scopri di più da WHAT-U

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Scopri di più da WHAT-U

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY