•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’attore Johnny Depp
(ph. EPA)

di Patricia Sinclair

È finito il processo che ha visto nel banco degli imputati Johnny Depp, il pirata buono, proprio lui che aveva fatto causa all’ex moglie Amber Heard, per danni, è finito nel tritacarne mediatico e dell’opinione pubblico. Facile farlo sembrare il cattivo. Ha ammesso di avere provato droghe di ogni tipo nella sua vita senza mai diventarne dipendente e pure alcol, il più delle volte per affogare i dispiaceri, le litigate e i brutti ricordi di un passato pesante. Ma ha giurato di non avere mai alzato un solo dito su una donna. E noi gli crediamo. Perché Depp l’unico sbaglio che ha davvero fatto nella sua vita è stato proprio quello di perdere letteralmente la testa per una donna molto più giovane e di lui, la bella Amber Heard. Bella e furbissima perché ha capito che aveva conquistato un uomo che, in piena crisi di mezza età, si è invaghito di lei fino al punto di perdere l’onore e il rispetto per se stesso. Disposto a fare qualsiasi cosa pur di non perderla, (N.d.R. le ha persino regalato un’isola, solo per parlare di uno dei tanti regalucci).

Questi sono stati gli ingredienti di questa folle unione che con la parola amore, almeno sembra più da parte di lei, pare avesse poco da spartire. E quando in una storia non c’è amore, fa presto ad andare in mille pezzi. E a trasformarsi in un rapporto malato, come questo, dove fra le mura domestiche la parte forte diventa carnefice e la parte che credeva di essere la più forte sempre più debole. Insomma un déjà vu. Ma ora saranno i giudici a decidere chi dei due è stato carnefice o vittima. E di materiale da vagliare ne hanno davvero tanto. Perché in barba alla ‘guerra dei Roses’ Johnny e Amber se ne sono fatte di tutti i colori.

Giudici siate clementi, o meglio siate accorti, perché provate a pensarci su, una vera vittima non sta sempre con il cellulare in mano per filmare e registrare le reazioni di una persona, spesso anche provocata con insulti e indifferenza, che tra l’altro non ha mai fatto del male fisico a nessuna delle donne con le quali ha avuto in precedenza una love story. E la sensazione che tante persone hanno avuto è stata quella che sia stato Depp a finire nella rete di Amber e non il contrario. Litigi, provocazioni, le loro, che sembrano costruite a tavolino, cercate, provocate, più da lei che da lui, magari con l’obiettivo di uscire da questa brutta storia senza amore a testa alta e con un lauto assegno per danni. Questo secondo i gossip. Ma come abbiamo già scritto spetterà ai giudici l’ardua sentenza.

Insomma brutto periodo per Depp, che tra l’altro è anche alle prese con un altro ‘affaire giudiziario’ contro il tabloid britannico The Sun, che l’attore ha denunciato perché lo ha etichettato come un “uomo violento in famiglia”.

Il danno mediatico patito da Depp ora è davvero incalcolabile

Riuscirà l’attore a uscire a testa alta dal naufragio di questa orribile love-story?  Questo glielo auguriamo e lo sapremo presto.

Depp oramai è una star conclamata nel mondo del cinema, tra le prime 10 star del cinema con il maggior incasso raggiunto negli ultimi trent’anni. I suoi film hanno incassato più di 10 miliardi di dollari nei botteghini di tutto il mondo per ben tre decenni. Dopo la sua prima apparizione significativa in “21 Jump Street”, negli anni Ottanta, Johnny è divenuto uno degli attori più apprezzati al mondo.

Nel corso della sua carriera ha ricevuto un Golden Globe come miglior attore per il film ‘Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street‘ e ha ricevuto tre nomination al premio Oscar come miglior attore protagonista per ‘La maledizione della prima luna’, ‘Neverland – Un sogno per la vita‘ e ‘Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street‘.

Nel 2010, secondo la rivista Forbes, è stato l’attore più pagato del mondo assieme a Sandra Bullock, guadagnando 80 milioni di dollari da giugno 2009 a giugno 2010.

Ora in gioco per Depp ci sono questioni importanti. A partire dal nuovo film “Pirati dei Caraibi” con la Disney, il prossimo sequel di “Animali fantastici” con la Warner Bros. Oltre a un partnership di moda con Dior.

Al momento la Warner Bros. ha rifiutato di commentare il coinvolgimento di Depp nel prossimo film “Animali fantastici”, alla luce del processo per diffamazione dove veste il ruolo di imputato. L’agente pubblicitario Robin Baum non ha voluto esplicitare alcun commento. Come anche la nota agenzia di Depp e di molte altre rinomate star di Hollywood, la CAA.

Durante la sua testimonianza, la Heard ha affermato che per il suo 30° compleanno che Depp l’ha picchiata e ha minacciato di ucciderla. Heard, che è stata fotografata con lividi, ha detto che Depp quella volta le aveva lanciato un cellulare in faccia e poi una bottiglia di champagne. Ma Depp ha negato tutto.

Un’altra cosa da notare è che la Heard è l’unica donna che descrive Johnny come un uomo violento.

Sebbene non abbiano testimoniato, le ex compagne di Depp, l’attrice Winona Ryder e la modella Vanessa Paradis, madre anche dei suoi due figli, Lily-Rose Melody, nata il 27 maggio 1999 e John “Jack” Jake Christopher Depp III, nato il 9 aprile 2002, hanno entrambe rilasciato dichiarazioni alla corte a sostegno di Depp , affermando che non è mai stato violento nei loro confronti.

E noi crediamo a Johnny. E lo vogliamo rivedere sugli schermi nei panni del pirata buono Jack Sparrow. Buono come è davvero lui nella vita.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Translate »
error: Content is protected !!